Breaking News

Mercato Story - Sfumano Legrottaglie e Lùcio ma Sensi rilancia. A Roma arriva Cristian Chivu

condividi su facebook condividi su twitter Di: Matteo Luciani 08-08-2018 - Ore 11:47

|
Mercato Story - Sfumano Legrottaglie e Lùcio ma Sensi rilancia. A Roma arriva Cristian Chivu

INSIDEROMA.COM - LUCIANI - Franco Sensi e Luciano Moggi: amici mai, come recita una canzone del cantautore giallorosso Antonello Venditti. La puntata che va in onda durante l'estate del 2003 è soltanto l'ennesima (e altre accadranno in seguito) sull'infuocato asse Roma-Torino (sponda juventina).

Dopo un annus horribilis, al termine del quale addirittura i designatori arbitrali Bergamo e Pairetto ammettono che la compagine di Fabio Capello è stata danneggiata dagli arbitraggi (caso probabilmente unico nella storia), la società capitolina è decisa a muoversi alla ricerca di pedine che possano rilanciare la propria candidatura per lo scudetto.

La rosa è, comunque, già di tutto rispetto. Ci sono: il promettente Pelizzoli, che tuttavia ha convinto solo a sprazzi nelle sue due prime stagioni all'ombra del Colosseo, in porta; il 'muro' Walter Samuel in difesa, affiancato dalla certezza Panucci; la solida cerniera di centrocampo costituita da Emerson e Dacourt; infine, la coppia delle meraviglie Totti-Cassano davanti (con Montella 'ruota di scorta' dopo una stagione non troppo positiva).

Mister Capello ritiene che manchi, soprattutto, qualcosa al centro della difesa.

Franco Sensi si muove per accontentare il proprio tecnico, con cui ad ogni modo non mancano le frizioni (è in questo periodo che il numero uno giallorosso afferma: "Se Capello va al Real faccio un salto mortale") e non fornire alibi per la caccia al secondo tricolore della sua gestione.

Inizialmente, la Magica si fionda su Nicola Legrottaglie, giovane centrale del Chievo Verona, reduce da un'ottima stagione con la squadra di Luigi Delneri.

Quando tutto sembra fatto, irrompe la Juventus di Luciano Moggi, che in poche ore soffia letteralmente da sotto il naso il calciatore a Sensi. La tifoseria giallorossa reagisce malamente, con vari striscioni di protesta davanti al centro sportivo di Trigoria ("No Legrottaglie? Sensi compra le frattaglie").

Il presidente giallorosso non ci sta e si mostra subito pronto a rilanciare, andando alla ricerca della chiusura per un difensore addirittura più forte della brillante promessa (ma non di più) appena acquistata dai torinesi. Sensi delega, infatti, il ds Franco Baldini di chiudere per il difensore del Bayer Leverkusen e della nazionale brasiliana Lùcio.

Al termine di una trattativa-lampo, il 24 giugno del 2003 Franco Sensi dichiara entusiasta alla stampa: "Ho comprato Lùcio". Mai dichiarazioni furono più incaute. Da Leverkusen giungono immediatamente smentite e anche l'agente dell'atleta, Becker, afferma che non c'è alcuna trattativa in corso. In realtà, la negoziazione c'è ed è anche ben avviata. Il problema riguarda il fatto che manca ancora l'accordo definitivo tra il calciatore e la società giallorossa. L'agente del giocatore gioca al rialzo e alla fine Lùcio resta in Bundesliga per il secondo dispiacere dato ai fan romanisti in poche settimane.

Il clima attorno a Sensi da 'caldo' diventa 'infuocato'.

Ciò che manda su tutte le furie i tifosi è collegato alle dichiarazioni di Luciano Moggi, ancora lui, dopo l'affare saltato tra Roma e Lùcio. Iniziano a circolare voci che vorrebbero il rifiuto all'offerta giallorossa da parte del brasiliano legato a un passaggio proprio alla Juventus nella stagione successiva. A precisa domanda ("Lùcio viene a Torino?") , Moggi risponde: "Non per quest'anno". Sembra proprio un sì.

Apriti cielo.

Beffati, ancora una volta, dall'odiata Juventus. I romanisti non ci stanno.

I sostenitori della Lupa, però, non fanno in tempo ad arrabbiarsi che Franco Sensi risponde calando l'asso dalla propria manica. Un 'pezzo da novanta' che risponde al nome e cognome di Cristian Chivu, centrale difensivo romeno dell'Ajax ritenuto tra i migliori e più promettenti al mondo.

A inizio luglio, dopo un, probabilmente tattico, ritorno di fiamma su Lùcio, Sensi 'spedisce' Franco Baldini ad Amsterdam. L'operazione si chiude in poche ore per 18 milioni di euro pagabili in tre anni.

A seguito di settimane colme di tensione, Capello esulta: "Sono molto contento dell'acquisto di Chivu. Era il giocatore in cima alla lista degli acquisti". 

Stavolta nessun Moggi può intervenire. Il mister giallorosso ha il suo centrale di difesa e la Roma può così prepararsi al meglio verso una stagione che deve essere forzatamente di riscatto.

Fonte: INSIDEROMA.COM - LUCIANI

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

INSIDEROMA è una testata giornalistica on line di carattere sportivo/informativo/quotidiano con Autorizzazione del Tribunale di TIVOLI n. 182/13 del 05/02/2013
Insideroma.com - ©copyright 2016 | P.I. 1077625100 | Informativa sui Cookie | powered by Damicom S.r.l.
chiudi popup Damicom