Breaking News

Standing ovation per te

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 12-02-2018 - Ore 11:18

|
Standing ovation per te

INSIDEROMA.COM - PAPITTO - La prima grande notte da dominatore assoluto di Cengiz Under con la maglia della Roma. Due gol, un assist e tante cose belle nella serata della “manita” al Benevento e del ritorno, vero, tangibile, in zona Champions della Roma in un classifica cortissima e avvincente.

Il sorpasso in classifica alla Lazio porta la firma in calce del “piccolo turco” che in una serata gelida di metà febbraio si è preso lo Stadio Olimpico (in estasi per lui) e la Roma da par suo, con giocate d’alta scuola e che in parte stanno a giustificare il perché il direttore sportivo Monchi quest’estate aveva speso 13 milioni di euro per portarlo nella Capitale.

Se sia nata una stella è presto per dirlo, ma bisogna dire però che i presupposti sono più che buoni, perché questo ragazzo arrivato dalla Turchia non fa mai giocate banali e ha i colpi del fuoriclasse. I gol di ieri sera non sono banali, il primo è un colpo da biliardo su assist di Perotti e il secondo un tiro a giro quasi da fermo quando nessuno si aspettava quella giocata risolutiva. Cose da grande giocatore o almeno da prospetto di grande giocatore. In più poi c’è stato un assist a Dzeko in corsa di destro, non il suo piede naturale, a coronamento di una discesa sulla fascia entusiasmante. Tanta roba davvero.

Tanto Cengiz, poca Roma. Almeno quella del primo tempo che è riuscita ad andare sotto in casa con il Benevento e che ci ha messo un po’ di tempo (fino al pareggio di Fazio) prima di riuscire a ritrovare la retta via e segnare una differenza netta che poi con l’andare avanti della partita è uscita fuori prepotente.

Non è stata una Roma brillante, del resto non lo è da un po’, ma quello che contava in queste ultime due partite di campionato (Verona e Benevento) era fare bottino pieno contro squadre nettamente alla portata dei giallorossi.

I cinque gol di ieri non devono trarre in inganno perché la Roma al momento non è quella squadra che aveva entusiasmato nei primi mesi di campionato. E’ una squadra un po’ impaurita e che crede meno nelle sue reali possibilità. Detto questo però, vincere aiuta sempre a ritrovare certezze e fiducia. Cinque gol sono una buona medicina per presentarsi sabato prossimo a Udine con più convinzione e fiducia. Ora la corsa Champions entra nel vivo e bisogna farsi trovare pronti con la testa e con le gambe. Ritrovare la vera Roma sarà fondamentale. Intanto, cinque gol sono una buona base di ripartenza. E nella ripartenza romanista adesso c’è anche un Cengiz Under in più che se ne va dallo Stadio Olimpico con la standing ovation. Meritata. 

Fonte: A CURA DI MASSIMO PAPITTO

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom