Calcio Internazionale

Euro 2020, Italia-Galles: domani la decima sfida tra le due nazionali. La prima in una fase finale dell'Europeo

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 19-06-2021 - Ore 18:10

|
Euro 2020, Italia-Galles: domani la decima sfida tra le due nazionali. La prima in una fase finale dell'Europeo

INSIDEROMA.COM - FEDERICO FALVO - L'Italia, prima nel Girone A con 6 punti, domani sfiderà il Galles secondo per il primato assoluto del girone. Una nazionale, quella azzurra, che ha già conquistato la qualificazione al prossimo turno; ma vuole congedarsi dall'Olimpico di Roma con un altro successo.

GLI AVVERSARI - Il Galles, semifinalista a sorpresa a Euro 2016, è alla sua seonda partecipazione nel Campionato Europeo e sta stupendo anche in questa edizione. Dopo il pareggio contro la Svizzera è arrivato il successo contro la Turchia, che potrebbe garantire il secondo posto e quindi l'accesso agli ottavi di finale.
Una rosa, quella gallese, che può contare su due giocatori di livello mondiale quali Bale e Ramsey. Il secondo, soprattutto, lo conosciamo bene essendo il centrocampista della Juventus. Ma il Galles del CT Page è una formazione molto giovane, con lo stesso Page che ha "cresciuto" i talenti dei Dragoni fin da quando allenava la rappresentativa Under 17 nel 2017. Da quell'anno ha scalato le posizioni diventando dapprima CT della selezione Under 19, poi Under 21 fino a giungere alla nazionale magiore come vice di Giggs a cui è subentrato a novembre 2020.
Un Galles, dicevamo, molto giovane ed interessante, i cui talenti militano tra la Premier League e la Championship inglese (Serie B). Tra i vari ricordiamo Ampadu del Chelsea (20 anni e 25 presenze in nazionale), James del Manchester United (23 anni, 22 presenze e quattro reti con i Dragoni), Williams del Liverpool (12 presenze ed una rete in nazionale) ed il veterano Davies del Tottenham. L'unico nazionale gallese a non giocare in Inghilterra è Dylan Levitt, 20enne di proprietà del Manchester United ma in prestito all'Istra in seconda divisione croata (8 presenze in nazionale).

I PRECEDENTI - Italia e Galles si sono affrontate nove volte nella loro storia, ma mai in una fase finale di un torneo. Lo scontro di domani sarà la prima volta per le due nazionali in un Europeo.
Precedentemente Italia e Galles si sono affrontati in amichevole, Qualificazione ai Mondiali 1970 e due volte nelle Qualificazioni agli Europei (2000 e 2004). Sette volte ha vinto l'Italia e due volte il Galles, con le due compagini che non hanno mai pareggiato.
La prima sfida assoluta fu in amichevole nel 1965, con gli azzurri che si imposero per 4-1 grazie a Nocera, Barison e la doppietta di Lodetti (Godfrey per il Galles). L'ultimo match in ordine cronologico si disputò nel 2003 in occasione delle Qualificazioni all'Europeo 2004, con l'Italia che vinse 4-0 con le reti di Filippo Inzaghi (tripletta) e Del Piero su rigore.
Solo due le vittorie del Galles. La prima nel 1988 in un'amihevole giocata in Germania (1-0 con rete di Ian Rush all'epoca della Juventus) e la seconda nel 2003 per 2-1 con marcature di Simon Davies e Craig Bellamy (Del Piero per l'Italia).

L'ARBITRO - L'arbitro del match sarà il rumeno Ovidiu Hategan, 41enne di professione medico.
Hategan è internazionale dal 2008 ed ha diretto quattro volte l'Italia. Due volte in occasione degli Europei Under 21 del 2013 con due vittorie azzurre (4-0 contro Israele e 1-0 contro l'Olanda) e due volte la nazionale maggiore. Una volta nel 2015 in occasione delle Qualificazioni all'Europeo (vittoria per 0-1 contro Malta) ed una volta negli Europei 2016 nella sconfitta contro l'Irlanda per 1-0.

Tre i precedenti con il Galles, che con Hategan arbitro ha sempre vinto. 1-0 contro l'Austria nel 2017, 2-0 contro l'Ungheria nel 2019 e 1-0 contro la Repubblica Ceca in questa stagione.

Domani l'Italia, anche se già sicura della qualificazione, vorrà vncere per allungare la sua serie positiva di successi ma soprattutto per garantirsi il primo posto del Girone A. Quasi sicuramente il CT Mancini darà spazio a chi ha giocato meno, ma ciò non significa che chi giocherà sia meno forte rispetto ai titolari o che si prenda il match sotto gamba. Sarà una sfida combatutta che l'Italia vorrà portarsi a casa per salutare i propri tifosi all'Olimpico con un altro successo. Sarà una sfida dove chi giocherà tra gli azzurri non vorrà essere da meno rispetto a chi è sceso in campo nei primi due match. Sarà una sfida dove il Galles proverà il colpaccio per consacrarsi come una nuova realtà del panorama calcistico europeo.

Fonte: a cura di Federico Falvo

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom