Calcio Internazionale

Football Leaks, Infantino: «Non c'è nulla di illegale e neanche una violazione di un regolamento»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 07-11-2018 - Ore 21:48

|
Football Leaks, Infantino: «Non c'è nulla di illegale e neanche una violazione di un regolamento»

Gianni Infantino parla riguardo i documenti Football Leaks diffusi recentemente. L'accusa è di aver aiutato Psg e Manchester City ad aggirare il fairplay finanziario quando era a capo della segreteria generale dell'Uefa.
«Non c'è nulla di illegale e neanche una violazione di un regolamento. Non c'è niente, non un singolo euro è sparito».
Continua poi:
«Il mio obiettivo era aiutare i club, non distruggerli -sottolinea dal quartiere generale della Fifa a Zurigo-. Ho incontrato Psg e City come altre squadre per trovare un 'settlement', un accordo, ma la decisione finale spetta sempre ai panel giudicanti, non a me. Non avevo neanche gli strumenti per cambiare le carte in tavola. E comunque City e Psg sono stati multati di una ventina di milioni. Non solo. Su 30 club, soltanto 2 sono stati esclusi: il Milan, che il Tas ha reintegrato nelle coppe, e una squadra russa. Quando si parla di favoritismi si sbaglia: i club 'piccoli' esclusi hanno avuto questa sanzione perché non hanno pagato i debiti, gli stipendi, cosa molto più grave».
In una conferenza con alcune principali testate giornalistiche, tra cui l'Ansa, dichiara:
«Io posso capire che è dura accettare che un figlio di immigrati italiani sia al mio posto, non c'è stato alcun illecito».



Fonte: Ansa

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

INSIDEROMA è una testata giornalistica on line di carattere sportivo/informativo/quotidiano con Autorizzazione del Tribunale di TIVOLI n. 182/13 del 05/02/2013
Insideroma.com - ©copyright 2016 | P.I. 1077625100 | Informativa sui Cookie | powered by Damicom S.r.l.
chiudi popup Damicom