Calcio Internazionale

Weiss, Shaqiri, Lulic e i giovani Embolo e Milik: ecco i re degli assist all'Europeo

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 15-10-2015 - Ore 10:23

|
Weiss, Shaqiri, Lulic e i giovani Embolo e Milik: ecco i re degli assist all'Europeo

Il miglior uomo assist delle qualificazioni agli Europei è passato, a 25 anni, dai petrodollari del Manchester City a quelli del Lekhwiya Sports Club di Doha, passando pure per la serie A. Non era andato male al Pescara lo slovacco Vladimir Weiss, arrivato con la doppia etichetta di pupillo di Mino Raiola, e figlio del c.t. della sua nazionale, 4 gol in una squadra che senza più Zeman, Verratti, Insigne e Immobile era condannata alla retrocessione prima ancora di inizio campionato: ora che gioca in Qatar, lontanissimo dai riflettori che contano, ha fatto 6 assist - tre col Lussemburgo, vero, ma anche uno nella vittoria con la Spagna - che hanno contribuito non poco alla qualificazione della Slovacchia, che ha chiuso davanti a Ucraina e Bielorussia. Anche il laziale Lulic ha 6 assist, anche lui ne ha fatti 3 contro una squadra materasso (Andorra, 3-0 del 28 marzo), però ne ha firmati due nella gara più importante, il 3-2 di martedì a Cipro che ha completato la rimonta, 6 punti nelle ultime due gare, che varrà un playoff che sembrava ormai sfuggito.

IL TALENTO MILIK — Terzo e ultimo giocatore a firmare 6 assist - fonte Uefa - il polacco Arkadiusz Milik: classe '94, è il più giovane dei tre, e se gli altri due hanno firmato un solo gol, lui ne ha messi a segno 6, in 9 partite, incluso quello, storico, che ha sbloccato la gara con la Germania, un anno fa: 2-0, e prima volta in 19 sfide in cui i polacchi battono i tedeschi, ubriachi di champagne e autostima dopo il Mondiale in Brasile. Giocava proprio in Germania, Milik, ma il Bayer Leverkusen, dopo averlo pescato nel Gornik Zabre, non ci ha creduto fino in fondo, e dopo un prestito all'Augsburg lo ha prestato e poi fatto riscattare dall'Ajax, che nel giro di uno o due anni si presenterà all'incasso, che di questi tempi il nuovo Lewandowski lo vendi bene. In Polonia, per dire, sull'edizione di Fifa 2016 ci trovi lui vicino a Messi, mica il bulldozer del Bayern Monaco, coi suoi 15 gol nelle ultime 6 partite.
 
EMBOLO E SHAQIRI — Quattro assist nelle qualificazioni per Mesut Ozil, migliore dei tedeschi, cinque per Xherdan Shaqiri, che non ha convinto l'Inter a tenerlo in rosa, ma in nazionale ha numeri belli e importanti: 9 partite, 4 gol, oltre a quelli fatti fare ai compagni, e passaggio agevole del turno, con 5 punti di vantaggio sulla Slovenia, nel girone dominato dall'Inghilterra. Qualificazione su cui ha messo la firma anche il ragazzino, Breel Embolo, nato in Camerun ma naturalizzato - con tanto di deroga Fifa - sin dai tempi dell'Under 16: classe '97, 1 gol e 4 assist, tenendo conto però che ha esordito solamente il 14 giugno, e che su cinque presenze ne ha giocato solamente una dall'inizio, il 7-0 con San Marino. Centravanti in grado di giocare anche seconda punta o nel vecchio ruolo di centrocampista, a giugno era stato accostato a lungo al Milan, lo avevano cercato anche in Juve, Inter e Roma, e magari un'offerta potrebbe tentarla anche la Fiorentina, visto che Paulo Sousa lo ha allenato e lo conosce benissimo. Sempre che non continui così: il Basilea difficilmente accetterà di trattarlo prima dell'Europeo, che potrebbe far schizzare in alto il valore del suo cartellino, che già ora vale non meno di venti milioni. E a certe cifre, ormai, certi ragazzi prendono la via del Nord.

Fonte: Gazzetta.it- Francesco Oddi

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

INSIDEROMA è una testata giornalistica on line di carattere sportivo/informativo/quotidiano con Autorizzazione del Tribunale di TIVOLI n. 182/13 del 05/02/2013
Insideroma.com - ©copyright 2016 | P.I. 1077625100 | Informativa sui Cookie | powered by Damicom S.r.l.
chiudi popup Damicom