Rassegna stampa

Emergenza totale, Fonseca: «Così è dura»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 24-10-2019 - Ore 08:39

|
Emergenza totale, Fonseca: «Così è dura»

IL TEMPO - BIAFORA - «Siamo pronti a lottare in questo momento sfortunato». Fonseca è scosso dall’emergenza ma non ha intenzione di arrendersi di fronte alla lunga lista dei giocatori infortunati che stanno indebolendo la Roma, reduce da una sola vittoria e appena tre gol segnati nelle ultime cinque partite.

Il portoghese ha effettuato diverse prove tattiche negli ultimi giorni ma per la sfida europea con il Borussia Monchengladbach continuerà a puntare sul 4-2-3-1, modulo che vedrà la presenza di Dzeko nel ruolo di centravanti - «Deve giocare anche se non è al massimo» - con la conferma di Kluivert, Zaniolo e Florenzi sulla linea dei trequartisti. A centrocampo, accanto all’unico superstite di ruolo Veretout, si abbasserà Pastore, in grado di giocare a quattro giorni di distanza dalla partita con la Sampdoria: «Sicuramente - le parole di Fonseca in conferenza - Javier è pronto. È comunque una situazione particolare che va gestita al meglio, ma è pronto».

Tanto per non farsi mancare nulla, non ci sarà Santon, unica alternativa al Flaco, fermato dalla febbre: Petrachi continua a scandagliare il mercato degli svincolati e oggi all'Olimpico avrà un contatto con l’agente di Hallfredsson, che vestirebbe di corsa la maglia giallorossa. Nella difesa chiamata a proteggere Pau Lopez il vero dubbio riguarda l'utilizzo di Fazio accanto a Mancini, con un turno di riposo concesso a Smalling. Tornando alla questione infortuni l’ex allenatore dello Shakhtar ha ammesso le difficoltà nel lavorare in una situazione del genere: «Esistono dei dati oggettivi ed è impossibile raggiungere un certo livello di crescita e progressione avendo così tante assenze. Non mi era mai capi tato in passato. Contro la Samp non abbiamo fatto bene, ma voglio credere che si tratti solo di malasor te. È evidente che dobbiamo lottare contro queste difficoltà, siamo pronti a farlo, è importante che in questo momento i giocatori capiscano che è necessario correre e lottare di più, sacrificarsi per la squadra, perché siamo pochi». Così come Fonseca, anche Rose, allenatore del Gladbach dovrà fare a meno di numerosi giocatori infortunati: Ginter, Plea, Raffael, Stippel, Johnson, Miisel, Bennetts, Strobl e Traore non sono stati convocati, mentre il capitano Stindl si unirà soltanto oggi ai compagni dopo la nascita del figlio. «Daremo il massimo per vincere la partita», la promessa del tecnico tedesco.

Fonte: IL TEMPO

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom