Rassegna stampa

Monchi: «Con questa rosacolmato il gap con le prime» Il d.s.: «Alisson? Niente offerte per lui» Marcano: «Juve favorita? Conta il campo»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 10-07-2018 - Ore 08:13

|
Monchi: «Con questa rosacolmato il gap con le prime» Il d.s.: «Alisson? Niente offerte per lui» Marcano: «Juve favorita? Conta il campo»

LA GAZZETTA DELLO SPORT - ZUCCHELLI - Dice il d.s. Monchi: «Siamo tanti, pure troppi». Più di 30 i giocatori in ritiro a Trigoria a partire da ieri, esattamente 32, tutto il gruppo presente esclusi i 3 reduci dal Mondiale Fazio, Kolarov e Alisson e il baby Zaniolo. Il brasiliano è con moglie e figlia in vacanza al mare, la Roma lo aspetta per la tournée americana perché, dice sempre Monchi «non sono arrivate offerte per lui. Anche se voi non mi credete (rivolto ai giornalisti, ndr), la situazione è la stessa che c’è per altri giocatori. Se poi arrivasse un’offerta, la valuteremo». Il d.s. sa perfettamente che sul numero uno della Seleçao c’è l’interesse del Real e del Chelsea, ma sa pure che, per adesso, niente è concluso.

GIORNI DECISIVI
Stesso discorso per Florenzi, ma la sensazione è che in questa settimana lui e il suo agente possano comunicare al club se hanno intenzione, o meno, di accettare l’offerta da 2.7 milioni più bonus. Ieri l’ex capitano della Primavera è stato provato coi difensori nel primo allenamento tattico e con lui c’era Marcano, per la prima volta davanti alla stampa: «Ho scelto questo progetto perché era il più adatto. Vincere? Anche in Portogallo sembrava dovesse vincere di nuovo il Benfica, invece ce l’abbiamo fatta noi del Porto. La Juve parte favorita, ma poi conta il campo». Tra i difensori c’è anche Karsdorp, che secondo Monchi «sta bene, è tornato con grande fiducia», e c’è pure Manolas, il primo a parlare ai canali ufficiali del club: «Ci dobbiamo allenare al meglio, in particolar modo i ragazzi, così si raggiungono gli obiettivi». Quali il greco non lo dice, Monchi invece si sbilancia un po’ di più: «Abbiamo voluto dare subito una rosa pronta a Di Francesco e vogliamo colmare il gap con le prime. Ci alleneremo, poi valuteremo cos’altro fare sul mercato». Soprattutto in attacco, dove sembra corsa a due tra Ziyech e Berardi: «Ma non sono gli unici nomi che ho in testa».


PROVE D’ATTACCO
Oggi parlerà il neo arrivato Cristante e alla tv del club ci sarà El Shaarawy, e chissà che non chiarisca, anche pubblicamente, la voglia di restare a Roma. Ieri sembrava in palla durante l’allenamento anche se, con Dzeko, Di Francesco ha provato Kluivert a sinistra e Ünder a destra. L’olandese, aiutato negli allenamenti da Strootman che gli ha fatto da traduttore, è sembrato subito a suo agio, così come Schick. Il ceco, dopo una prima (anonima) stagione, ha ribadito: «Io preferisco giocare al centro, ma sono pronto ad adattarmi anche da esterno». Proprio lì dove lo vuole provare Di Francesco che ora ha anche a disposizione il neo acquisto Fuzato, terzo portiere brasiliano con uno sponsor d’eccezione. Tra i suoi procuratori c’è Joao Doni, fratello minore di Alexander, portiere che ha difeso i pali della Roma dieci anni fa, con Spalletti.


Fonte: La Gazzetta dello Sport

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

INSIDEROMA è una testata giornalistica on line di carattere sportivo/informativo/quotidiano con Autorizzazione del Tribunale di TIVOLI n. 182/13 del 05/02/2013
Insideroma.com - ©copyright 2016 | P.I. 1077625100 | Informativa sui Cookie | powered by Damicom S.r.l.
chiudi popup Damicom