Rassegna stampa

Piano Strootman Inter, contatto per l’olandese Spalletti ha chiesto lui e Barella

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 15-05-2018 - Ore 07:28

|
Piano Strootman Inter, contatto per l’olandese Spalletti ha chiesto lui e Barella

LA GAZZETTA DELLO SPORT - LUCA TAIADELLI, MATTEO BREGA - Testa al campo in vista dello spareggio Champions di domenica in casa della Lazio, ma orecchie bene aperte per monitorare tutte le tracce di mercato. Dopo aver già piazzato i colpi Lautaro Martinez, De Vrij e Asamoah, le attenzioni del d.s. dell’Inter Piero Ausilio e dei suoi collaboratori si concentrano soprattutto sul centrocampo. Molto dipenderà dal quarto posto, ma certi contatti vanno instaurati per tempo. E in questo contesto venerdì scorso i nerazzurri hanno incontrato alcuni rappresentanti dell’entourage di Kevin Strootman per capire la disponibilità dell’olandese a trasferirsi a Milano. «La lavatrice» infatti ha sì rinnovato da poco, ma nel suo contratto c’è una clausola da 32 milioni che l’Inter potrebbe pagare per consegnare a Spalletti uno dei centrocampisti in cima alla lista dei desideri. Operazione non facile sia perché legata alla Champions - anche perché Strootman ha già la garanzia di giocarla in giallorosso - e alla volontà del giocatore, molto riconoscente alla Roma che lo aspettato dopo le tre operazioni al ginocchio. Uno dei motivi per cui la stessa Inter farebbe tutte le valutazioni del caso, anche se l’esperienza del 28enne ex Psv servirebbe assai nella rosa nerazzurra.

BARELLA E RAFINHA L’altro uomo del «folto che gira molto» (ipse dixit) graditissimo a Spalletti è Nicolò Barella. Sul 21enne centrocampista del Cagliari però ci sono diversi club e soprattutto la valutazione di 40 milioni viene ritenuta eccessiva. L’Inter comunque da tempo ha manifestato il proprio interesse e potrebbe imbastire un’operazione con una o due contropartite tecniche del settore giovanile che limitino l’investimento economico. Al Cagliari piacciono molto Pinamonti, Odgaard, Zaniolo ed Emmers, con i nerazzurri che per non privarsi definitivamente di uno dei baby gioielli potrebbe chiedere un diritto di ricompra. Con Strootman e Barella Spalletti potrebbe insistere sull’attuale 4-2-3-1, ma anche virare sul 4-3-1-2 che diventerebbe il nuovo sistema di gioco con cui cercare di far convivere Icardi e Martinez. Il tutto senza dimenticare che il migliore acquisto l’Inter potrebbe averlo già in casa. Appena finito il campionato una delle priorità infatti sarà incontrare il Barcellona per prorogare il prestito di Rafinha. Lo stesso giocatore, che in poco tempo si è affezionato all’Inter come se fosse a Milano da anni, farà pressione attraverso il padre-procuratore Mazinho per potere restare. E, dopo la delusione di sabato, ieri ha postato un «finché c’è vita c’è speranza» tutto nerazzurro. Sa bene che la Champions potrebbe facilitare le cose anche per lui.

BINARIO DESTRO Sempre in mediana, un profilo che piace e che potrebbe sistemare anche l’eventuale vuoto a destra se non venisse riscattato Cancelo è Thomas Partney, 24enne dell’Atletico Madrid. Nato come centrocampista centrale, è stato reinventato terzino destro dal Cholo Simeone, con il quale in questa stagione ha collezionato 49 presenze tra Liga e coppe varie. La numero cinquanta dovrebbe arrivare domani, nella finale di Europa League contro il Marsiglia. Il problema però è il solito. Tra aspetto economico e questioni di appeal, senza Champions League non sarebbe facile fare centro in una trattativa con l’Atletico. Ma anche su questo fronte l’Inter sta seguendo diverse piste. Se davvero si rivelasse impossibile trattenere Cancelo, è già stato fatto un sondaggio - leggi telefonata dello stesso Spalletti - per un altro romanista: Florenzi. Il jolly azzurro ha il contratto in scadenza e chiede 4 milioni a stagione. L’Inter è pronta a intervenire se i giallorossi non trovassero un accordo con uno dei pupilli di Spalletti. L’altra pista porta a Nelson Semedo del Barcellona. Il 24enne portoghese tra l’altro ha lo stesso agente di Cancelo: Jorge Mendes. Altra trattativa non facile, ma l’Inter potrebbe cercare di intavolare una trattativa simile a quella per Rafinha per valorizzare un investimento da 35 milioni (quelli che i catalani hanno pagato al Benfica la scorsa estate) per un giocatore che non è decollato nel primo anno in Liga. Se ne potrebbe parlare in occasione dell’incontro legato alla situazione di Rafinha. Perché da lunedì, in base anche al verdetto dell’Olimpico, la dirigenza farà un punto mercato con Spalletti per definire nei dettagli prima il piano per rientrare negli accordi con l’Uefa (servono 40 milioni di plusvalenze entro giugno) e poi come puntare sugli obiettivi nel mirino.

 

 

Fonte: LA GAZZETTA DELLO SPORT-LUCA TAIADELLI, MATTEO BREGA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

INSIDEROMA è una testata giornalistica on line di carattere sportivo/informativo/quotidiano con Autorizzazione del Tribunale di TIVOLI n. 182/13 del 05/02/2013
Insideroma.com - ©copyright 2016 | P.I. 1077625100 | Informativa sui Cookie | powered by Damicom S.r.l.
chiudi popup Damicom