Rassegna stampa

Tifosi giallorossi residente nel Lazio niente Udine: "Sono pericolosi"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 13-02-2018 - Ore 06:52

|
Tifosi giallorossi residente nel Lazio niente Udine:

LEGGO - BALZANI- «I tifosi organizzati della Roma sono pericolosi». Una sintesi chiara, quella del prefetto di Udine, per spiegare una decisione (decisamente meno chiara) che era già nell’aria e che sta generando un mare di polemiche. Niente trasferta di Udine per i residenti nel Lazio perché, secondo il Prefetto, ci sono elementi che provano «la pericolosità del tifo organizzato romanista che ha dato prova di atti di intemperanza e violenza». Il provvedimento fa seguito agli incidenti di Verona, dove 21 ultrà giallorossi sono stati processati e colpiti da Daspo per una rissa fuori lo stadio. Nel provvedimento sono elencate tutte le partite che “provano la pericolosità” degli ultrà: la partita di Verona, le due con il Chelsea, quella con l’Atalanta del novembre 2016 e quelle di BergamoMilanoGenova e Torino di questa stagione dove non ci sono stati incidenti ma “furti nelle aree di servizio”.

Sul web e nelle radio si è scatenata la protesta (“perché non colpiscono solo i colpevoli di furti e incidenti?”). Il club non può presentare ricorso perché il provvedimento di ordine pubblico è firmato dal Prefetto che ha sempre l’ultima parola. La Roma è stata in contatto con la Lega affinché si facesse valere con l’Osservatorio e fatto presente che il provvedimento non servirebbe, in quanto i responsabili degli incidenti sono stati già sanzionati. Altro non si può fare.

 

 

Fonte: LEGGO-BALZANI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

INSIDEROMA è una testata giornalistica on line di carattere sportivo/informativo/quotidiano con Autorizzazione del Tribunale di TIVOLI n. 182/13 del 05/02/2013
Insideroma.com - ©copyright 2016 | P.I. 1077625100 | Informativa sui Cookie | powered by Damicom S.r.l.
chiudi popup Damicom