Cool tura

Earth Day, il mondo celebra la Giornata della Terra

condividi su facebook condividi su twitter 20-04-2019

| | Commenti →
Earth Day, il mondo celebra la Giornata della Terra

(GIULIA LUCCHI -) Si celebra oggi 22 aprile 2018, la Giornata Mondiale della Terra. Che significato ha questa celebrazione? Quando e dove nasce?

Dobbiamo partire da lontano per spiegarla. La manifestazione è ormai arrivata al quarantanovesimo anniversario ed è nata negli Stati Uniti come movimento per la salvaguardia del pianeta nel lontano 1970.

Il nome corretto è Earth Day, ma qui, la chiamiamo Giornata Mondiale della Terra.

La celebrazione fu indetta per la prima volta quasi 50 anni fa, dalle Nazioni Unite con l’obiettivo di festeggiare il nostro pianeta informando le persone sullo stato dell’ambiente e fornendo loro consigli su come inquinare meno, partendo dalla propria gestione domestica.

Ad oggi sono 93 paesi e oltre 22 mila le organizzazioni coinvolte non solo nelle celebrazioni di questa ricorrenza, ma in un insieme di attività volte a diffondere messaggi positivi e a spiegare abitudini funzionali durante l’arco di tutto l’anno.

Ogni anno, grazie anche alle attività di sensibilizzazione promosse dalle diverse associazioni, cresce sempre di più il numero delle persone che si interessano a questo argomento.

La giornata propone ogni volta un differente tema, che quest’anno è relativo alle specie minacciate di estinzione.

Il 2018 era interamente focalizzato sull’impatto dell’inquinamento da plastica. Quest’anno invece il focus verte sulle specie animali.

Tra il 1970 e il 2012 un numero globale di mammiferi, anfibi, rettili e pesci è crollato del 58%, dato che potrebbe arrivare al 67% entro il prossimo anno, con conseguenze sempre più negative sul nostro ecosistema.

Cosa fare quindi in linea generale a partire dalle nostre abitazioni per ridurre al minimo l’impatto che produciamo sull’ambiente?

Partendo dalle nostre case possiamo prestare grande attenzione alla raccolta differenziata che non solo a lungo andare, se eseguita correttamente permetterà di riciclare molto di più rispetto ad oggi, ma contribuirà a ridurre il costo della tassa sui rifiuti.

E’ importante utilizzare l’auto solo quando è necessario e se possibile, sostituirla con mezzi pubblici oppure mezzi di trasporto alternativi come bicicletta e monopattino per ridurre al minimo l’inquinamento.

Prestare molta attenzione all’acqua cercando di evitare di asciare aperti i rubinetti quando non serve.

Online è possibile trovare moltissimi consigli utili per vivere nel modo più “green” possibile.

La scelta è personale ma si sa, chi ben comincia è a metà dell’opera.

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom