Cool tura

Stadio Roma: tiriamo le somme dei fatti accaduti

condividi su facebook condividi su twitter 26-06-2018

| | Commenti →
Stadio Roma: tiriamo le somme dei fatti accaduti

INSIDEROMA.COM - CARMELA MASSA – Giugno è stato un mese segnato da una notizia molto importante, che ha gettato però un velo di rancore sulla Capitale.

Sono stati effettuati 9 arresti e risultano ancora indagate 16 persone, per presunta corruzione in merito alla costruzione del nuovo Stadio Roma.

Sono 25 le persone coinvolte in questa triste pagina di cronaca che vede protagonista la borghesia della capitale Italiana, impegnata nella costruzione di un nuovo stadio per la squadra giallo rossa ma che si è conclusa ancor prima di cominciare a causa della corruzione di alcuni funzionari.

Tra i personaggi coinvolti vediamo imprenditori e rappresentanti politici come: Adriano Palozzi, esponente Forza Italia Provincia di Roma,  Luca Parnasi noto imprenditore italiano, Michele Civita ex assessore regionale all'Urbanistica anch'esso esponente politico del PD e l'avvocato Luca Lanzalone, presidente Acea che insieme a Civita e Palozzi si trova agli arresti domiciliari, mentre Luca Parnasi e alcuni dei suoi collaboratori più vicini sono stati incarcerati in attesa dei prossimi aggiornamenti.

All'interno dell'occhio del ciclone sono finiti anche alcune importanti personalità del Movimento 5stellePaolo Ferrara, Davide Bordoni e Mauro Vaglio, presidente dell'Ordine degli avvocati di Roma.

La condotta di Davide Bordoni è stata messa in dubbio per mezzo di un'intercettazione in cui egli stesso affermerebbe l'esistenza di una tangente dall'importo però ancora sconosciuto.

Il progetto di un nuovo stadio completamente dedicato alla squadra della Roma doveva sorgere in zona Tor di Valle, CODACONS (Coordinamento delle Associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori) si è mostrata indignata dinnanzi ad un polverone simile, invitando addirittura con una pagina all'interno del proprio sito, i tifosi giallo rossi a chiedere un risarcimento per il danno morale subito.

Circolano molte voci sul destino segnato di questo nuovo progetto, molti credono che sia stato solo momentaneamente bloccato per lasciar procedere le indagini e venire a capo di questa intrigante vicenda, altri invece sostengono che il progetto per ripartire dovrebbe essere azzerato e rielaborato in attesa di una nuova delibera da parte dell'Assemblea Capitolina nei confronti di una nuova società che si faccia carico del nuovo progetto da innestare in un’area diversa della città.

In entrambi casi si spera che questa situazione si concluda nel migliore riportando alla luce la verità e facendo sì che la giustizia faccia il proprio corso, ma soprattutto si spera che la Roma possa avere il suo nuovo stadio coronando il sogno di migliaia di tifosi.

 

Fonte: Carmela Massa

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom