Cor core acceso

Chissenefrega della Roma

condividi su facebook condividi su twitter 19-08-2018

| | Commenti →
Chissenefrega della Roma

INSIDEROMA.COM - FOIS DIEGO - Cazzo, e ora? Riparte la Serie A, anno nuovo e vita vecchia.

Grazie a Dio.

Ma chi te lo spiega adesso? Chi ti dice che mentivo, che ho spudoratamente mentito per tutta l'estate?

Chi ti spiega che pensavo a Monchi ogni volta che mi chiedevi 'o famo?

Chi famo amo'? Er centrale de centrocampo o l'esterno arto a destra?

Quanto sale ho ingoiato su quella maledetta battigia, a segnare sulla sabbia il modulo più giusto per Eusebio mentre pensavi che stessi disegnando le iniziali dei nostri nomi.

Quanto peso ho sostenuto nel salutare Alisson e Nainggolan, passati al nemico.

“Che c'hai amo'? Perché piagni?” mi chiedevi in bilico sui tacchi e con quel vestito della prima sera che ti segnava i fianchi, ma giusto n'anticchia.

Niente, niente, me emozioni ancora come 'a prima vorta...”

Ecco, appunto.

Chi ti spiega che i quattro giorni a Sabaudia erano solo per cercare di incontrare er Capitano?

E adesso?

Be', adesso si riparte, occhi sui nuovi. Tanti, forti e belli gli acquisti romanisti.

Adesso son pronto a tifarti, Roma mia.

Ancora nun ho capito bene dove, ma da qualche parte ti seguirò.

Sky, Premium, Dazn o come cazzo se chiama: mai-sola-mai.

Addio crema solare e basta con quelle orribili infradito che, te lo dico, non ho mai sopportato.

Addio a quelle rompicoglioni dell'amiche tua der mare e alla vostra battaglia, persa da anni, contro la cellulite.

Addio alle vetrine de Sephora e alla scelta del fototipo giusto per il colore del tuo fondotinta.

L'unica foto-tipo è quella che c'ho dentro ar portafoglio co' Danielino davanti ar cancello de Trigoria...”

Saluto pure tu madre che ha usucapito l'ombra e la pazienza mia per tutto agosto.

È giunta l'ora di riempire i polmoni di naftalina e passione, di tornare ad accarezzare quella sciarpa chiusa da troppo tempo nell'armadio.

È il momento di ripassare tutti i cori della Sud e di scendere per le strade e far valere la supremazia cittadina.

“Che colore vorresti che indossassi stasera, amo'?”

Io solo un colore c'ho in testa: er giallorosso...”

Sì, devo dirtelo. E lo farò. Non sto prendendo tempo per mancanza di coraggio, ma son cose delicate. Cose che tu, amo', nun hai mai compreso appieno.

Anniversari, Compleanni, battesimi e comunioni son sempre venuti prima della Roma, pe' te.

Pe' me, no!

E nun l'hai mai voluto capi'. Ma il tempo stringe e pertanto sarò sincero. Sincero e onesto come fui quella domenica dinnanzi a Dio. Era Novembre e c'era il sole. C'era pure il derby e noi ci sposavamo. C'era la Roma che al trentesimo del primo tempo era avanti quattro a zero.

Li mortacci mia!

Ma ti comprendo, ti compresi quella volta; il matrimonio era importante. Ahó, sempre pe' te!

E allora ti dirò tutta la verità e nient'altro che la verità. Griderò ancora una volta: “Chissenefrega della Roma!”

Così sarai contenta. Perché come diceva quella bon'anima de mi padre: “Er matrimonio duraturo è quello fondato su 'e fregnacce...”

Ma adesso fatte forza e riporta tu' madre a Villa Celeste che domenica ho un convegno a Torino. Zona Stadio.

Ore diciotto.

Sai com'è, quanno chiama er lavoro... artrimenti chi ce 'a porta tu madre in vacanza er prossim'anno?

 

Fonte: A cura di Fois Diego

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

INSIDEROMA è una testata giornalistica on line di carattere sportivo/informativo/quotidiano con Autorizzazione del Tribunale di TIVOLI n. 182/13 del 05/02/2013
Insideroma.com - ©copyright 2016 | P.I. 1077625100 | Informativa sui Cookie | powered by Damicom S.r.l.
chiudi popup Damicom