Il giardiniere nel pallone

Io vorrei…non vorrei…ma se vuoi…

condividi su facebook condividi su twitter 15-12-2017

| | Commenti →
Io vorrei…non vorrei…ma se vuoi…

“Venghino signori, venghino! Più gente entra, più bestie si vedono!”

È arrivato il circo in città? Be’, in realtà non se n’è mai andato.

Ma facciamo ordine.

La notizia che più di tutte mi preoccupava era quella relativa alla scomparsa di Olimpia, l’aquila laziale.

Noi di Insideroma.com l’abbiamo rintracciata.

“Olimpia?”

“Ma quale Olimpia, mi chiamo Ugo e voglio esser lasciato in pace…”

Ecco.

E guai a parlarle/gli di Lotito.

“Al sol nome mi si drizzano le penne!” ha rivelato.

Un rapporto controverso quello tra il rapace e i laziali. A partire dal nome.

“Il nome Ugo – ci racconta – non avrebbe reso onore alla storia biancoceleste e così lo cambiarono con un sondaggio…”

Ancora più tormentato il rapporto col Presidente.

“Claudio mi aveva promesso lo Stadio delle Aquile, mi mentì…”

Così è volata via. Contro il sole velato, come le cinque anatre di gucciniana memoria.

“E poi ero stanco delle esibizioni sottopagate, volevo la libertà…”

Come darle/gli torto.

Chissà cosa ne penseranno a Milanello di prestazioni sottopagate. Lì, il Gigio nazionale ha avanzato l’ipotesi di violenze morali subite durante la trattativa che ha portato al rinnovo del suo contratto col Milan.

Sembrerebbe infatti non aver avuto la necessaria serenità nello scegliere se accettare o meno l’incremento di stipendio, passato da centomila euro a undici milioni lordi a stagione.

Ora immagino vi aspettiate della demagogia, del populismo. Invece no.

Come biasimarlo?

#IoStoConGigio

Era giusto pretendere di più. Vorrei vedere voi a recitare per cinquant’anni con le dita degli animatori in blu cromaki su per il culo.

Cosa? Non stiamo parlando del Gigio, il topo, più famoso d’Italia? E chi altro può pretendere così tanti soldi?

Bah…

Ma torniamo alle cose di casa nostra. La Roma di Di Francesco affronterà il Cagliari di Lopez (ore venti e quarantacinque, Stadio Olimpico) nell’anticipo del sabato.

La squadra sarda sta attraversando un buon momento di forma nonostante l’eliminazione in Coppa Italia subita dal Pordenone (che ha rischiato di buttar fuori anche l’Inter!).

I giallorossi dovranno tornare a vincere dopo i mugugni dello zero a zero col Chievo e la riapparizione delle vedove egiziane che continuano a rim-piangere Salah.

Ma si sa, Roma è anche questa. Ci si dovrà preparare al meglio in vista del doppio match con le torinesi (Torino in Coppa Italia e Juventus in Campionato) che ci condurrà fino al Natale.

Niente sorprese quest’anno.

Una però voglio donarvela.

Ieri, dopo l’intervista, Olimpia/Ugo mi ha ricontattato.

“Ahó, la voi sape’ ‘na cosa? So da Roma…”

Ecco.

Se Lotito lo sapesse, cavalcherebbe fino in fondo l’idea nata dopo l’episodio dell’espulsione di Immobile col Torino: ritirare la Lazio dalla Serie A.

Be’, sarebbe una catastrofe.

Forse.

“A Preside’, che te devo da di’, io vorei… nun vorei… ma se voi…”

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom