Inside international football

INSIDE BUNDESLIGA - Dortmund in apnea, ora il Bayern è a -3. Tris esterno del Lipsia

condividi su facebook condividi su twitter 19-02-2019

| | Commenti →
INSIDE BUNDESLIGA - Dortmund in apnea, ora il Bayern è a -3. Tris esterno del Lipsia

INSIDEROMA.COM - MATTEO LUCIANI - Nel posticipo della 22.a giornata di Bundesliga il Borussia Dortmund non va oltre uno 0-0 piatto sul campo del Norimberga ultimo in classifica. Il margine della squadra di Favre sul Bayern Monaco si assottiglia così a soli tre punti e nel prossimo turno per i gialloneri ci sarà una partita non semplice contro il Bayer Leverkusen. Sorridono i bavaresi, per un campionato a questo punto riaperto nella lotta per il titolo.

Uno Stoccarda sempre più in crisi (al terzultimo posto e con un solo punto conquistato nelle ultime sei gare) cerca la svolta contro il Lipsia, che invece vuole consolidare la propria posizione che significherebbe la qualificazione alla prossima Champions League. Alla Mercedes-Benz Arena i padroni di casa tentano di mette sotto pressione gli avversari che però passano al 6’ alla prima incursione offensiva: Werner mette al centro un traversone apparentemente innocuo, il portiere Zieler e Kempf combinano un mezzo pasticcio nell’area piccola, regalando di fatto il pallone a Poulsen che non deve fare altro che ribadire in rete da due passi. Al 16’ lo Stoccarda guadagna un rigore per un netto fallo di mano dello stesso autore del gol; il penalty viene assegnato dall’arbitro dopo un breve consulto al Var e trasformato successivamente da Zuber, nonostante Gulacsi avesse intuito la traiettoria. In pieno recupero il difensore dello Stoccarda Kabak arriva bene in porta con un colpo di testa preciso, salvato però sulla linea da Sabitzer. Al 64’ sono ancora i biancorossi ad andare vicinissimo alla rete del 2-1, con Ascacibar che solo davanti al portiere si fa respingere il tiro ravvicinato. Così, al 68’, un gioiello su punizione di Sabitzer, che sorvola la barriera con i giri giusti e si insacca in rete alle spalle di un immobile Zieler, riporta in vantaggio il Lipsia, che poi al 74’ chiude i conti in contropiede con la doppietta personale di Poulsen. Quarta posizione rafforzata per gli uomini di Rangnick, mentre per lo Stoccarda l’obiettivo salvezza si fa sempre più complicato.

Alla Volkswagen-Arena dopo nemmeno 4 minuti il Wolfsburg sblocca il risultato con Arnold che sfrutta alla perfezione l’assist di Brekalo e dal limite dell’area infila con un diagonale sinistro il portiere, che era leggermente fuori dai pali, nell’angolino basso di destra. Lo stesso Arnold potrebbe raddoppiare a inizio ripresa ma la sua punizione viene respinta bene dal portiere Muller. A metà ripresa viene concesso un rigore al Wolfsburg che viene trasformato da Weghorst, che spiazza il portiere. Il definitivo 3-0 arriva al 77’ ed è Knoche a concludere bene alle spalle di Muller con un tiro preciso. 


l’Hoffenheim si porta subito in vantaggio al 5’ con Joelinton che ruba palla alla difesa ospite e, appena dentro l’area avversaria, batte con freddezza il portiere in uscita con un rasoterra che si infila sotto le sue gambe. Al 14’ Belfodil raddoppia svettando di testa sulla punizione battuta sulla destra da Demirbay, con il pallone che sbatte sotto la traversa prima di entrare in rete. L’Hoffenheim gestisce bene il match e a dieci minuti dalla fine sigla il 3-0 con una bella conclusione precisa da parte di Demirbay su assist di Schulz.

Alla Veltins-Arena al 33’ lo Schalke reclama un calcio di rigore per un tocco di mano da parte di un difensore del Friburgo ma per l’arbitro è tutto regolare, anche dopo avere rivisto l’azione al Var. Al 42’ i padroni di casa rimangono in 10 uomini per l’espulsione di Serdar (rosso diretto) per una brutta entrata ai danni di Frantz. Il Friburgo potrebbe sfruttare la superiorità numerica nella ripresa ma non riesce a concretizzare le occasioni create. All’85’ l’arbitro assegna un rigore agli ospiti ma ritorna sulla propria decisione dopo un consulto al Var. Finisce 0-0 e il Friburgo mantiene così un punto di vantaggio sullo Schalke.

L'Hertha Berlino sogna a lungo tre punti preziosi per agganciare la zona Europa League: la rete di Selke al 25' però non basta, il pareggio degli opsiti arriva ben oltre il recupero. L'eterno Pizarro al 96' sigla l'1-1 che tiene il Werder ad un solo punto di distacco dai padroni di casa: il peruviano, a 40 anni, diventa il giocatore più vecchio ad avere segnato un gol in Bundesliga.

Nell'anticipo del venerdì, il Bayern Monaco trema, va sotto due volte e poi si aggiudica per 3-2 il derby di Baviera sul campo dell'Augsburg. Dopo appena 13 secondi Goretzka fa un clamoroso autogol, al 17' pareggia Kingsley Coman. Un altro svarione difensivo permette a Dong-Won Ji di segnare il 2-1 (23'), poi Coman segna ancora nel recupero del primo tempo (45+3') e fa l'assist per Alaba, che completa la rimonta al 54'.

 

 
 

Fonte: INSIDEROMA.COM - MATTEO LUCIANI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom