Inside international football

INSIDE LIGA - Il Real si rialza e doma il Valencia. Barcellona ok sul Villarreal. Pari per Siviglia e Atlètico

condividi su facebook condividi su twitter 05-12-2018

| | Commenti →
INSIDE LIGA - Il Real si rialza e doma il Valencia. Barcellona ok sul Villarreal. Pari per Siviglia e Atlètico

INSIDEROMA.COM - MATTEO LUCIANI - Il Real sa di non poter più sbagliare in campionato e parte subito all’attacco. La fortuna arride ai Blancos, agevolati da una clamorosa autorete di Wass, che di testa infila il proprio portiere su un cross. Fino alla mezz’ora, la squadra di Solari controlla agevolmente il match, andando vicina al raddoppio due volte con Bale. Entrano in gara anche gli ospiti, Courtois deve intervenire su Parejo, poi prima dell’intervallo è Benzema ad avere una buona occasione ma è impreciso. In avvio di ripresa, massimo sforzo del Valencia, con Santi Mina e Gabriel che vanno vicinissimi al bersaglio grosso, mancandolo di poco. Il Real capisce di dover chiudere i conti, Asensio non riesce nell’impresa ma ce la fa Lucas Vazquez su assist di Benzema e dopo controllo del Var della sua posizione regolare.

Il Celta Vigo ringrazia la doppietta di Iago Aspas (38’ e 77’) e torna alla vittoria dopo tre gare piegando per 2-0 l’Huesca. Seconda vittoria di fila per il Leganes, che passa per 4-2 sul campo del Valladolid: a segno Oscar (12’), Siovas (42’) e due volte Carrillo (66’ e 75’), per i padroni di casa Toni (50’) e Unal (93’). Terzo ko consecutivo per l’Espanyol, che crolla in casa del Getafe: i madrileni vincono per 3-0 con un grande secondo tempo (vantaggio di Molina al 55’, arrotondano Mata al 65’ e l’ex romanista Antunes all’80’) e irrompono nei quartieri alti della classifica.

Atletico Madrid a caccia del primato momentaneo, ma la trasferta in casa dei catalani è piuttosto ostica, come i Colchoneros ricordano bene dallo scorso anno (2-2 sofferto rimontando da 0-2). Griezmann prova subito ad azzannare il match, ma Bono para bene la sua prima conclusione. Nel corso del primo tempo, l’occasione più grande è per Saul, che colpisce la traversa, ma il Girona non sta a guardare. Stuani ha un paio di buone chances, poi, nel finale di tempo, su una ripartenza Oblak deve intervenire col fallo terminale proprio sulla linea dell’area di rigore. L’arbitro concede il penalty e conferma la sua decisione al Var, dal dischetto Stuani spiazza lo sloveno e porta avanti il Girona. Nel secondo tempo, Atletico chiamato alla rimonta ma partono meglio i padroni di casa, che sfiorano il raddoppio due volte con Granell. Oblak chiude bene su un suo diagonale sul primo palo, poi vede sfilare di poco a lato una successiva punizione dal limite. Simeone corre ai ripari inserendo Correa e Gelson Martins per dare più vivacità all’attacco, col passare dei minuti l’Atletico risale di tono e Iraizoz, subentrato all’infortunato Bono, deve salvare tutto sul tocco ravvicinato di Saul. Ma non può nulla l’estremo difensore del Girona quando, su un lancio profondo di Correa a cercare Diego Costa, viene impallinato dal fuoco amico con Ramallo che per anticipare l’attaccante dell’Atletico mette nella sua porta. Finale arroventato in cui lo stesso Diego Costa fa la guerra col mondo, come di consueto. Recupero lunghissimo di ben sette minuti, Gelson Martins in ripartenza quasi trova un altro jolly ma Iraizoz si salva. E’ l’ultima occasione, settimo pareggio in quattordici gare per l’Atletico che non decolla. Altro risultato positivo per il Girona.

Valverde deve fare i conti con numerose assenze pesanti (Umtiti, Arthur, Sergi Roberto, Rafinha, Suarez, tra gli altri) e schiera una formazione praticamente obbligata. Vidal in mezzo con Rakitic e Busquets, Messi assistito da Coutinho e Dembelé. Nonostante ciò, la palla è quasi sempre del Barcellona, Messi ha subito una buona occasione, ma Asenjo è attento. Pur subendo l’iniziativa avversaria, il Villarreal non sta a guardare e alla prima sortita Gerard Moreno spaventa Ter Stegen colpendo il palo. Poco dopo, anche Chukwueze si fa vedere ma il portiere tedesco c’è. I blaugrana capiscono di dover alzare i ritmi. Dopo un tiro a lato di Rakitic, scalda i motori Dembelé, che va vicino al gol con un bel numero in area, poi pennella per l’incornata vincente di Piqué. Messi va subito vicino al raddoppio ed è formidabile il riflesso di Asenjo per tenere il Villarreal in partita. Nel secondo tempo, il Submarino Amarillo tiene maggiormente la palla per provare la rimonta (entra anche Bacca), il Barça aspetta basso per ripartire. Sofferenza al minimo sindacale per i catalani, che però di contro faticano a risalire il campo, con il solo Dembelé brillante, mentre Messi di fatto sparisce dal campo. Salvo riapparire nei minuti finali per mandare in porta il giovanissimo subentrato Alena, che firma il 2-0 che chiude definitivamente i conti.

L’Alaves aspetta il Siviglia nella 14ª giornata di Liga. Con un successo i locali aggancerebbero gli andalusi al secondo posto con 26 punti, mentre con la vittoria i biancorossi conquisterebbero il primato solitario con 29 punti superando il Barcellona a quota 28. La prima frazione di gioco risulta avara di emozioni con le due squadre che si limitano a studiarsi considerando l’importante posta in palio. Al primo vero acuto del match arriva anche la rete dell’Alaves: siamo al 37’ quando Calleri veste i panni di uomo assist servendo l’accorrente Jony che con un potente tiro mancino beffa Vaclik portando in vantaggio il Deportivo. Con quest’azione si chiude il primo tempo. La ripresa si apre sulla falsa riga della frazione precedente: poche emozioni con l’Alaves che si limita a gestire il risultato. Al 78’ arriva il pareggio del Siviglia: Pablo Sarabia vede un corridoio per Ben Yedder, il francese senza troppi complimenti scarica un potente destro che batte Pacheco. All’85’ l’Alaves spreca il match point con Sobrino che da buona posizione in area non trova la rete ma calcia fuori. Negli ultimi minuti non si registrano altre emozioni: finisce 1-1. Il Deportivo spreca la possibilità di agganciare gli andalusi al secondo posto, mentre il Siviglia sciupa l’occasione di effettuare il controsorpasso sul Barcellona.

Il Betis trionfa, nel lunch match della 14ª giornata della Liga, tra le mura del Benito Villamarín battendo 1-0 la Real Sociedad grazie alla rete di Junior al 33’. Con questo successo i biancoverdi agganciano al nono posto proprio gli ospiti a 19 punti.

 

 

Fonte: INSIDEROMA.COM - MATTEO LUCIANI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

INSIDEROMA è una testata giornalistica on line di carattere sportivo/informativo/quotidiano con Autorizzazione del Tribunale di TIVOLI n. 182/13 del 05/02/2013
Insideroma.com - ©copyright 2016 | P.I. 1077625100 | Informativa sui Cookie | powered by Damicom S.r.l.
chiudi popup Damicom