Inside international football

INSIDE LIGUE 1 - Giornata dimezzata per i 'gilet gialli'. Lille corsaro. Show del Lione contro il Monaco. Pari Nizza

condividi su facebook condividi su twitter 17-12-2018

| | Commenti →
INSIDE LIGUE 1 - Giornata dimezzata per i 'gilet gialli'. Lille corsaro. Show del Lione contro il Monaco. Pari Nizza

INSIDEROMA.COM - MATTEO LUCIANI - In una Ligue 1 ancora a regimi ridotti viste le tante partite rinviate a causa delle proteste dei gilet gialli, in campo Reims e Strasburgo per una gara dai mille significati visto che è caduta a quattro giorni di distanza dalla strage dei mercatini di Natale che ha causato 4 morti tra cui l'italiano Antonio Megalizzi. Ospiti con maglia speciale (senza sponsor e scritta "Strasbourg mon amour"), curva listata a lutto e minuto di silenzio prima del match, vinto dai padroni di casa (2-1, reti di Doumbia, Thomasson e Cafaro) che superano in classifica proprio gli avversari.

Con due vittorie nelle ultime tre gare, il Monaco di Henry mette alla prova i propri progressi sul campo di un Lione tra le principali candidate alla seconda posizione finale. Ma si mette subito male, con Aouar che impiega sei minuti a piegare la resistenza della difesa monegasca. Benaglio evita il raddoppio finché può, con diversi ottimi interventi, ma nulla può sulla percussione di Fekir al 34’. Dominio totale per il Lione, piove sul bagnato per il Monaco che rimane anche in dieci all’inizio del secondo tempo (47’) per l’espulsione di Golovin per un bruttissimo fallo a centrocampo. Mendy, al 59’, di testa, chiude definitivamente il match, il punteggio potrebbe ulteriormente dilatarsi nel finale ma ancora Benaglio limita il passivo entro limiti accettabili. 

Partenza sprint del Lille, che dopo pochi minuti è già in vantaggio, contro il Nimes: Pépé chiama Bernardoni al miracolo, sulla ribattuta irrompe Leao di testa. Il gol dell’1-0 potrebbe consentire agli ospiti di provare a gestire con una certa tranquillità, ma al 16’ Fonte commette una sciocchezza imperdonabile, facendosi espellere per proteste. Galtier deve correre ai ripari coprendosi con Edgar Ié al posto di Leao, il Nimes reduce da tre vittorie consecutive cinge d’assedio la metà campo avversaria, ma senza creare grandi occasioni. Il Lille soffre il giusto e in contropiede, addirittura, trova il raddoppio con Bamba, che al 41’ beffa Bernardoni scavalcandolo con una conclusione deviata. Anche nella ripresa, l’inferiorità numerica del Lille non si avverte, tanto che al 66’ arriva il gol del 3-0 ad opera di Pépé, migliore in campo, al termine di una volata solitaria dalla propria metà campo. Sussulto d’orgoglio del Nimes, due minuti dopo, con un gran sinistro di Alioui dal limite che si insacca sotto la traversa. Forcing conclusivo dei padroni di casa con il Lille che nel finale accusa la stanchezza di una gara quasi tutta in inferiorità numerica e trema nel recupero. Depres, al 92’, insacca di testa su angolo, quindi, all’ultima azione, colpisce una traversa clamorosa a botta sicura. Pur con grande sofferenza, il Lille conduce in porto una vittoria pesante e meritata, confermandosi al secondo posto. 


Gara combattuta e nervosa tra Nizza e Saint-Etienne, che si conclude con un pareggio che non permette a nessuna delle due di spiccare il volo verso l’altissima classifica. Inizia meglio il Saint Etienne con un’occasione per Beric, ben sventata da Benitez, poi prende il predominio il Nizza. Balotelli è fuori per i suoi dissidi con Vieira, i rossoneri sono trascinati da Saint-Maximin che sfiora il gol con diverse buone iniziative. Le palle gol principali sono però per Cyprien (salvataggio sulla linea di un difensore) e Tameze (parata di Rufier). Nella ripresa, a sorpresa, Diony (53’) porta in vantaggio gli ospiti. Attal sfiora subito il pari, poi in quattro minuti, tra il 58’ e il 62’, rimediano il cartellino rosso prima Herelle per il Nizza e poi Salibur per il Saint Etienne. Ruffier salva su Cyprien, viene graziato da Dante che manda alto di testa, ma nulla può sul rigore realizzato da Cyprien (81’) che fissa il risultato sull’1-1. Entrambe hanno poi la palla per vincerla, gli ospiti con Nordin e i padroni di casa con Saint-Maximin, ma Ruffier e Benitez inchiodano il punteggio. Saint Etienne che mantiene la quinta piazza a quota 27 con un punto di vantaggio sul Nizza.

Fonte: INSIDEROMA.COM - MATTEO LUCIANI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom