Inside international football

INSIDE LIGUE 1 - Il Psg rialza la testa post delusione in coppa. Tris Lille. Pari tra OM e Monaco

condividi su facebook condividi su twitter 14-01-2019

| | Commenti →
INSIDE LIGUE 1 - Il Psg rialza la testa post delusione in coppa. Tris Lille. Pari tra OM e Monaco
INSIDEROMA.COM - MATTEO LUCIANI - Il Psg rialza la testa dopo il clamoroso flop in Coppa. In Ligue 1, sul campo dell'Amiens, la capolista si impone con un 3-0 senza storia in una partita condotta all'attacco dal primo all'ultimo minuto. I bianconeri reggono nel primo tempo, ma nella ripresa cedono sotto i colpi delle stelle parigine: al 57' sblocca Edinson Cavani su rigore, poi arrivano le reti di Kylian Mbappé (70') e Marquinhos (79') a rendere più rotondo il risultato.
 
Il Lione crea, non concretizza e alla fine strappa solo un punto al Reims, potendosela prendere solo con se stesso. Al 14' il Var nega a Bertrand Traoré la gioia del gol, poi il Lione fatica a creare pericoli e viene punito: al 35' va infatti in gol Chavarria, sfruttando un cross rasoterra di Oudin e anticipando Denayer e Lopes con il destro vincente. Nella ripresa Traoré chiede un rigore al 53', ma ancora una volta il Var gli dà torto. Al 69' due squilli: il colpo di testa di Chavarria bloccato da Lopez e soprattutto il pareggio. Lo trova Traoré, che dopo aver triangolato con l'appena entrato Moussa Dembelé incrocia il destro che vale l'1-1. Il Lione ci prova, ma a nulla vale l'assalto finale.

Il Lille rimette l'acceleratore e dopo aver chiuso il 2018 con una sconfitta (il 2-1 interno con il Tolosa), apre l'anno nuovo nel migliore dei modi andando a rifilare un sonoro 3-1 in trasferta al Caen. La partita viene sbloccata già all'8' minuto da Nicolas Pepe, a segno con un bel rasoterra su assist di Thiago Mendes, bravissimo a trovarlo nello spazio. E al 20' Rafael Leao piazza la zampata del 2-0, con match già in discesa per il LOSC. Una partita apparentemente chiusa si infiamma all'84', quando Celik viene espulso. Il Var nega un rigore al Caen, che subisce anche il gol di Luis Araujo (93') prima di accorciare le distanze con Ninga (95'), la cui rete serve però solo per gli almanacchi. 

Dopo un'astinenza di 4 partite il Nizza torna alla vittoria e festeggia all'Allianz Riviera un sudato 1-0 contro il Bordeaux, ottenuto ovviamente senza che Mario Balotelli sia in campo né in panchina. Gli ospiti partono subito forte, con Karamoh che però spreca un'occasione d'oro dopo appena 30 secondi di gioco. Lo stesso ex interista ci riprova senza fortuna al 4', ma a portarsi in vantaggio è il Nizza. Al 16', infatti, Jovanovic stende Sacko in area e il Var conferma il rigore: dal dischetto Saint-Maximin realizza con un bel destro a incrociare. I Girondini provano a pareggiare con una punizione di Basic, ma è ben più pericoloso il Nizza, con il colpo di testa di Herelle a lato di pochissimo. Nella ripresa, quindi, i rossoneri resistono e concedono la prima occasione al Bordeaux solo alla mezz'ora, con il timido colpo di testa di Briand. Nel finale Sacko calcia alle stelle il pallone del 2-0 dopo un bel contropiede e, a tempo scaduto, è l'ex atalantino Cornelius a non sfruttare l'occasione di pareggiare. Il Saint-Etienne va invece a vincere a Guingamp per 1-0 ed è sempre più in zona Europa. Grande protagonista, soprattutto nella ripresa, è però il suo portiere Ruffier. I Verts passano al 6' grazie a Khazri, ma sulla sua botta da fuori area è evidente la complicità del portiere Caillard. Prova a reagire il Guingamp, ma Larsson getta alle ortiche una grande occasione e poi Ruffier è bravo sulla punizione di Rebocho. Nella ripresa lo stesso Ruffier nega il pareggio a Roux, Rodelin centra un clamoroso palo e a tempo scaduto Mendy costringe al miracolo il solito, strepitoso Ruffier. Nimes-Angers, prevista per questo sabato sera, è stata rinviata in conseguenza delle manifestazioni legate al movimento dei gilet gialli: la decisione è stata presa dopo la richiesta inoltrata dalla Prefettura di Gard.

Finisce 1-1 al Vélodrome di Marsiglia il posticipo di Ligue 1. Cesc Fabregas, al debutto con la maglia del Principato, non riesce a rianimare un Monaco che resta penultimo in classifica. Palo di Golovin nella ripresa, poi ci pensa la Var a fermare l’OM di Rudi Garcia che conserva l’insoddisfacente nono posto e le nubi sul proprio futuro. Nelle altre gare il Dijon ferma il Montpellier, vincono in trasferta Strasburgo e Rennes.

Fonte: INSIDEROMA.COM - MATTEO LUCIANI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

INSIDEROMA è una testata giornalistica on line di carattere sportivo/informativo/quotidiano con Autorizzazione del Tribunale di TIVOLI n. 182/13 del 05/02/2013
Insideroma.com - ©copyright 2016 | P.I. 1077625100 | Informativa sui Cookie | powered by Damicom S.r.l.
chiudi popup Damicom