Inside international football

INSIDE LIGUE 1 - Psg da record contro il Guingamp, sono 9! Monaco da incubo. Pari Nizza

condividi su facebook condividi su twitter 22-01-2019

| | Commenti →
INSIDE LIGUE 1 - Psg da record contro il Guingamp, sono 9! Monaco da incubo. Pari Nizza

INSIDEROMA.COM - MATTEO LUCIANI - Il Psg prende subito la residenza fissa al limite dell’area del Guingamp e si mette alla ricerca del gol del vantaggio. La squadra di Tuchel non ci mette molto a far saltare il dispositivo difensivo ospite: all’11’ lancio profondo di Dani Alves, controllo di petto in area di Neymar, mezzo sombrero e controbalzo di destro a prendere il tempo al portiere in uscita. Verratti esce per infortunio, anche Neymar non sembra al meglio, ma la ricerca di dialogo calcistico con Mbappe è continua. Al 37’ scambio doppio tra il brasiliano e il francese in mezzo alle linee del Guingamp che ballano a vuoto, Mbappe apre il piatto sul secondo palo e fa 2-0. Prima dell’intervallo c’è ancora tempo per vedere un tunnel di Di Maria da applausi e il tris del Psg. Al 44’ Cavani pressa Eboa Eboa che rinvia senza guardare, il Matador ci mette la gamba e il pallone arriva di nuovo a Mbappé in mezzo all’area che controlla e appoggia con facilità in rete. Nel secondo tempo il Cavani show parte al 59’. 
Neymar viene incontro e riceve palla, giocata sulla corsa per Bernat che di prima mette basso per il Matador che dal limite dell’area piccola non sbaglia. Sette minuti ed è doppietta per l’ex Napoli. Neymar ispira ancora con un tocco delizioso al limite dell’area, Di Maria mette morbido lì dove Cavani frusta la palla in rete per il 5-0. Il Guingamp non c’è più, il Psg non si ferma, spinto dal pubblico che ha voglia di divertirsi. Palla persa in uscita dagli ospiti, Mbappe mette Neymar davanti alla porta, il gol del brasiliano è convalidato grazie alla goal line technology per la “chiusura” del primo set sul 6-0. Al 76’ serve invece il VAR per certificare i 14 gol in campionato di Cavani che raccoglie una respinta corta del portiere e di sinistro fa andare il pallone prima sul palo interno e poi in rete. Mbappe vuole portarsi a casa pure lui il pallone e allora su assist di Cavani non può sbagliare da due passi per l’8-0 a una decina di minuti dalla fine. Non è ancora finita. Cavani è chiuso per una volta in area all’84’, ma arriva Meunier che infila tra le gambe del portiere per il definitivo 9-0.

Il Nizza riacciuffa all'ultimo secondo un pareggio che vale oro sul campo del Reims e che potrebbe avere un peso non indifferente nella corsa all'Europa. Patrick Vieira deve (ovviamente) rinunciare ancora una volta a Mario Balotelli, ma né Saint-Maximin e Makengo né il rimpiazzo Sylvestre aiutano i rossoneri ad andare a segno contro i padroni di casa. E così a sbloccare il risultato per il Reims è Remi Oudin, in gol al 12' dopo uno splendido servizio di Romao e un rasoterra imprendibile per Benitez. Il Nizza fatica a rendersi pericoloso e rischia di capitolare definitivamente al 69', quando Chavarria serve a Cafaro il pallone del 2-0. Il Var, però, non convalida la rete e i rivieraschi prendono coraggio. Una prodezza di Mendy impedisce il pareggio a Ganago e, a tempo scaduto, è Cyprien a impegnare severamente il portiere di casa. Sembra finita, ma un fallo di mano di Kamara addirittura al 96' provoca un calcio di rigore. Dopo qualche minuto di caos è il Var a mettere tutti d'accordo e all'ultimo secondo è Remi Walter a trasformare dal dischetto trovando il gol del definitivo pareggio.

Sempre più notte fonda per il Monaco, che perde in casa anche contro uno Strasburgo che non deve nemmeno faticare troppo allo Stade Louis II. E lo spettro della retrocessione si avvicina sempre di più per i monegaschi. Partita in salita per i padroni di casa già dopo 7 minuti, quando Naldo si becca un cartellino rosso che manda su tutte le furie lui e il pubblico. Ma l'arbitro Francois Letexier, dopo essersi consultato anche con il Var, è irremovibile. Diventa quindi tutto facile per i biancoblù: al 12' Ajorque sblocca il risultato con un gran colpo di testa, già al 17' un'altra incornata di Thomasson (stavolta addirittura da fuori area) vale il raddoppio. Ci vuole Radamel Falcao per dare una flebile speranza al Monaco: è il colombiano ad accorciare le distanze al 22'. Ma nella ripresa la squadra di Thierry Henry tracima: al 63' Fabregas perde una palla velenosa, Ajorque è veloce a servire Sissoko che da fuori area fulmina Benaglio. Cinque minuti dopo lo stesso Ajorque completa la doppietta e a tempo scaduto Fofana cala il pokerissimo, mettendo la sua firma su un'altra serata da dimenticare per il derelitto Monaco.

Vittoria importante per il Tolosa che espugnando il campo del Nimes conquista tre punti fondamentali per la corsa verso la salvezza. Ospiti subito pericolosi con Yaya Sanogo, che a pochi secondi dal via arriva di testa su una punizione spedendo però la palla sul fondo. Poi iniziano a prendere campo i padroni di casa: Umut Bozok vede il suo tiro a botta sicura murato dalla difesa viola, quindi è Savanier a calciare alle stelle un ottimo pallone. Il Nimes, dopo un paio di lamentele con l'arbitro, chiude il primo tempo in svantaggio: al 41' Amian riceve palla a destra e la crossa al centro, Yaya Sanogo è velocissimo ad anticipare Landre e a portare in vantaggio gli ospiti. La ripresa vive sui tentativi dei Crocos di portarsi sull'1-1, ma il portiere Reynet diventa eroe e si oppone ai vari tentativi di Bozok, Alioui e Briancon. Il TFC però non sta solo a guardare e potrebbe anche raddoppiare con Sylla (che sfiora il palo) e Gradel (bravo il portiere Bernardoni). Ci prova anche Jullien, quindi nel finale il Tolosa trema, ma Bouanga sbaglia tutto. E ora i giochi salvezza in Ligue 1 potrebbero essere cambiati.

 

Il Lione si prende il sentitissimo derby del Rodano contro il Saint Etienne, vince 2-1 e sorpassa gli storici rivali al terzo posto in classifica. Avanti i verdi con il colpo di testa di Hamouma al 21’, ma la squadra di Genesio pareggia al 64’ con il rigore di Fekir e poi al 95’ sorpassa con la rete di Dembele.

Nelle altre gare della domenica Rennes e Montpellier non vanno oltre un pareggio per 0-0 che lascia entrambe le squadre alle porte della zona Europa della classifica. Il Marsiglia vince una partita importante sul campo del Caen per cercare di risalire qualche posizione. Decide il gol all’inizio della ripresa di Sanson, con i padroni di casa che restano in dieci al 51’ per l’espulsione di Guilbert. Vittoria di misura anche per l’Angers contro il Nantes grazie al gol al 94’ di Fulgini che permette l’aggancio in classifica a quota 23 proprio nei confronti dei gialloverdi. Vince in casa il Bordeaux 1-0 contro il Digione, merito della rete dell’ex Atalanta Cornelius al 77’, con gli ospiti in inferiorità numerica dal 34’ per il rosso ad Amalfitano.

 

 

 

 

Fonte: INSIDEROMA.COM - MATTEO LUCIANI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

INSIDEROMA è una testata giornalistica on line di carattere sportivo/informativo/quotidiano con Autorizzazione del Tribunale di TIVOLI n. 182/13 del 05/02/2013
Insideroma.com - ©copyright 2016 | P.I. 1077625100 | Informativa sui Cookie | powered by Damicom S.r.l.
chiudi popup Damicom