Inside international football

INSIDE LIGUE 1 - Primo ko per il Psg. Fabregas rialza il Monaco. Poker Lille con il Nizza

condividi su facebook condividi su twitter 04-02-2019

| | Commenti →
INSIDE LIGUE 1 - Primo ko per il Psg. Fabregas rialza il Monaco. Poker Lille con il Nizza

INSIDEROMA.COM - MATTEO LUCIANI - Anche gli invincibili, prima o poi, perdono. Lo scopre a sue spese il Paris Saint-Germain, che cade al Groupama Stadium dopo 20 partite vinte (quasi tutte) o pareggiate (appena due) in Ligue 1. E il Lione può fregiarsi di un primato stabilito anche nella passata stagione: è la prima squadra a fermare i dominatori di Francia. Sembra tutto facile per il PSG, che già al 7' si porta in vantaggio grazie a Angel Di Maria: l'argentino finalizza nel migliore dei modi una grande azione collettiva dei suoi, con passaggio finale di Draxler. Poi cresce poderosamente il Lione: Areola è perfetto su Fekir e due volte su Traoré, poi addirittura prodigioso su Dembélé, che aveva raccolto una palla vagante in area. Proprio il portiere del PSG combina però la frittata al 33', uscendo a farfalle sul cross dalla destra di Dubois con Dembélé che non ha problemi a insaccare di testa a porta completamente vuota. Dopo il pareggio succede di tutto: il Lione inizia a crederci e su un cross dalla destra Depay tenta la rovesciata, alle sue spalle spunta Aouar ma il suo colpo di testa non spaventa Areola. Quindi è Denayer a salvare l'OL, respingendo di testa in volo d'angelo la botta di Di Maria, con Lopes battuto. La ripresa cambia di nuovo il volto alla partita già al 49', quando un fallo in area di Thiago Silva provoca il rigore per il Lione, che Fekir trasforma senza problemi. Il PSG, colpito a freddo, si getta con rabbia in avanti ma non riesce più a recuperare la partita. Ci prova Mbappé, ma Lopes per due volte gli nega il gol con altrettanti guizzi da urlo. Poi il tiro al volo di Dani Alves è tanto spettacolare quanto di facile lettura per il portiere di casa. Addirittura nel finale Dembélé potrebbe triplicare in contropiede, ma grazia Areola sparandogli il pallone addosso. La serata del Lione era già fantastica (e storica) così. 

Solo un punto a Nimes per un Montpellier che rallenta nella corsa verso l'Europa. I bluarancio addirittura vanno sotto dopo appena 2 minuti, quando Landre con un poderoso colpo di testa non lascia scampo a nn. La partita si incattivisce, con il Montpellier che attacca e il Nimes che si difende con le unghie. L'arbitro deve intervenire più volte, e lo stesso vale per i sanitari del Nimes dopo le gran botte prese da Alakouch e il portiere Bernardoni. Nella ripresa non viene sanzionato un possibile fallo di mano di Ferri del Nimes, poi viene annullato il raddoppio di Landre per un fuorigioco. Cresce allora il Montpellier, che al 73' trova il pari con Delort, con l'aiuto del Var. E finisce così, con la Paillade che dovrà certamente dimostrare qualcosa di più per garantirsi una qualificazione europea. 

La sfida, prevista per le ore 17 di domenica, salta a causa del maltempo. La decisione era già stata ufficializzata ieri, a cause delle forte nevicate previste per il weekend. La Federcalcio francese aveva quindi annunciato che la partita dello stadio Geoffroy Guichard non si sarebbe tenuta per impraticabilità del campo, senza fornire ulteriori informazioni sulla data del recupero. 

Grazie a un gol nella ripresa di Cesc Fabregas, a lungo inseguito dal Milan nel mercato di gennaio ma poi trasferitosi nel Principato, il Monaco rialza la testa dopo due sconfitte di fila battendo 2-1 il Tolosa allo Stade Louis II nella 23esima giornata di Ligue1 e salendo così a 18 punti, quota con cui attualmente il Caen è salvo. Vittoria sofferta per la squadra di Jardim (tornato in panchina dopo l'addio di Henry), che passa in vantaggio con Golovin, si fa raggiungere da Jullien e poi trova tre punti fondamentali grazie alla zampata dell'ex Arsenal.

Buone notizie per i monegaschi anche dagli altri campi, perché l'Amiens perde in casa del Rennes 1-0 punito alla rete di Zeffane e si fa raggiungere da Falcao e compagni, mentre il Digione cade 1-0 sul campo dell'Angers (gol di Bahoken) e resta fermo a quota 20 punti. Chiude il quadro degli anticipi del sabato la sconfitta del Marsiglia di Rudi Garcia, che cade per la terza volta in quattro gare e certifica la propria crisi. Il Reims stende Strootman e compagni 2-1 coi gol di Dingome e Suk Hyun-Jun (di N'Jie la rete degli ospiti) e stacca in classifica gli uomini dell'ex Roma, che restano al decimo posto.

Cinque vittorie nelle ultime 7 partite per il Lille che non sembra avere alcuna intenzione di fermarsi. Il Nizza se ne accorge presto e nonostante i cinque difensori schierati, Vieira è subito sotto pressione. Già all’8’ cade il sistema difensivo del Nizza, tutta colpa di un pallone perso sulla trequarti che consente a Kone di arrivare sul fondo. Dante arranca alle sue spalle e può solo guardare il cross in mezzo, bucato da Sarr e messo in porta da Rafael Leao. Esultanza alla Gabriel Jesus per il classe ’99, 5 gol nelle ultime 6 partite, 6 in 12 in totale. Un minuto dopo ancora tutti in piedi perché è il minuto numero 9 ed è il minuto per Emiliano Sala. L’altro diamante del Lille è Pepe che prima prende le misure alla porta centrando la traversa, poi al 37’ fugge in contropiede, Dante lo aspetta e allora il pallone è a giro all’angolino. Il primo tiro nello specchio per il Nizza arriva dopo un’ora con Danilo e basta questo a sintetizzare tutte le difficoltà della squadra di Vieira, nonostante il passaggio al 4-3-3 nella ripresa. Al 75’ si completa il tris di gol per il super tridente del Lille con Bamba che servito da Pepe, numeri da fenomeno con 16 gol e 10 assist in campionato e siamo solo a febbraio, solo davanti al portiere appoggia in fondo alla rete per la nona gioia personale in Ligue1. I padroni di casa prendono il Nizza a proprio piacimento e nel finale provano a regalarsi il poker con l’intesa tra Remy e Pepe, ma la conclusione deviata finisce solo sul palo. La pessima serata del Nizza e di Vieira si conclude con un rosso diretto a Lees-Melou all’89 dopo una review in campo con il Var e con la quarta rete del Lille che alla fine arriva con Remy al 94’.

Fonte: INSIDEROMA.COM - MATTEO LUCIANI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

INSIDEROMA è una testata giornalistica on line di carattere sportivo/informativo/quotidiano con Autorizzazione del Tribunale di TIVOLI n. 182/13 del 05/02/2013
Insideroma.com - ©copyright 2016 | P.I. 1077625100 | Informativa sui Cookie | powered by Damicom S.r.l.
chiudi popup Damicom