Inside international football

INSIDE LIGUE 1 - Di Maria 'on fire' e il PSG batte Garcia. Lione, vittoria scaccia-crisi. Colpo salvezza del Monaco

condividi su facebook condividi su twitter 18-03-2019

| | Commenti →
INSIDE LIGUE 1 - Di Maria 'on fire' e il PSG batte Garcia. Lione, vittoria scaccia-crisi. Colpo salvezza del Monaco

INSIDEROMA.COM - MATTEO LUCIANI - Allo stadio Pierre Mauroy partono subito forte i Mastini del Lille. All’11 Bamba colpisce la traversa da posizione ravvicinata; al 24’ Thiago Mendes si coordina per il tiro e calcia in porta ma la sfera esce di un soffio sopra il montante. Ancora protagonista il Lilla allo scadere del primo tempo: Bamba spedisce alto sul cross di Celik, poi Pepe lascia partire un tiro ben indirizzato ma Subasic è bravo a negargli la rete del vantaggio. A inizio ripresa si fa vedere per la prima volta in avanti il Monaco: Maignan è bravissimo a respingere due ottime opportunità per Golovin e Gelson Martins e salva i padroni di casa. Sull’altro fronte è Subasic a compiere un’autentica prodezza sul tiro di Leao al 60’. Nel finale il match cala un po’ di intensità e le occasioni da gol latitano ma, proprio quando il risultato sembra ormai incanalarsi verso lo 0-0, Vinicius sfrutta bene l’assist di Aholou e regala un successo importantissimo per il Monaco che si allontana ulteriormente dalla zona retrocessione. 

Una doppietta, un assist, un’espulsione procurata e una rete annullata. Quella di Angel Di Maria è una serata fantastica in occasione del Classique, vinto dal Psg per 3-1. Mandanda rischia di fare subito una frittata al 7’ non riuscendo a stoppare il pallone sul retropassaggio di Caleta-Car; il portiere dell’OM quasi se lo trascina in porta e la palla esce di un soffio. Al quarto d’ora di gioco il Psg sblocca il risultato con Di Maria che, servito da Verratti, fa secco l’estremo difensore in uscita con un delizioso pallonetto, ma il Var annulla il tutto per fuorigioco. I parigini sono costretti a effettuare subito due sostituzioni per via degli infortuni di Dani Alves e Meunier; al loro posto entrano rispettivamente Dagba e Kehrer. Nel momento forse più complicato per i padroni di casa, Mbappé porta in vantaggio i suoi. Contropiede micidiale che parte da un corner per il Marsiglia: Thiago Silva libera di testa su Balotelli, Verratti lancia Di Maria, che va via come un treno, porta a spasso la difesa ospite e serve in modo straordinario Mbappé, il cui destro sul secondo palo non lascia scampo a Mandanda nel secondo dei due minuti di recupero. Non passa nemmeno un minuto dal fischio di inizio ripresa che il Marsiglia trova subito il pareggio a opera di Germain, che gira col mancino il tocco di Ocampos. Ma questa è la serata di Angel Di Maria, autore di un gol meraviglioso al 55’: El Fideo scambia con Kehrer passando in mezzo a due avversari e dalla destra trova un angolo impossibile aprendo il sinistro per il 2-1. Gli animi si accendono al Parco dei Principi; Kimpembe e Ocampos vengono ammoniti per reciproche scorrettezze. Al 62’ arriva la svolta del match. Mandanda viene espulso per avere colpito di mano fuori dalla sua area uscendo alla disperata su Di Maria lanciato in contropiede; il suo vice, Pelè, prende il posto di Balotelli. Sulla punizione è sempre l’argentino a siglare una fantastica rete dai 30 metri con la sfera che termina sotto l’incrocio dei pali. 3-1 a metà del secondo tempo. Nel finale Mbappé si fa parare un rigore da Pelè. Il Psg vola a +20 sul Lilla nonostante una gara ancora da recuperare. Brusco stop per Rudi Garcia in chiave Europa. 

Finisce 1-1 tra Nizza e Tolosa. I padroni di casa si portano in vantaggio al 20’ del primo tempo grazie a un destro preciso, direttamente su punizione, di Cyprien che inganna il portiere sul suo palo. Poco dopo Saint-Maximin va vicinissimo al raddoppio, sfiorando il palo. Nella ripresa crescono gli ospiti che non trovano la porta con una conclusione potente da parte di Sangare, prima di pervenire al pareggio all’88’ con Mubele che insacca da ottima posizione. Occasione persa per il Nizza di agganciare in classifica il Reims e il Saint-Etienne al quinto posto.

Nella gara che ha aperto il programma domenicale, vittoria preziosa per il Lione. Di Terrier, Dembele e Aouar le reti che hanno permesso all'OL di superare di misura il Montpellier, a cui non è bastato il parziale 1-1 di Mollet, né la rete che ha fissato il 3-2 di Camara.

Il Reims tiene vive le speranze di acciuffare il Marsiglia con una vittoria risicata sul Nantes: è bastata la rete di Oudin al 59' per garantire i tre punti ai padroni di casa. Ospiti in dieci nel finale, espulso Girotto.

In una partita che aveva ben poco da chiedere alla classifica, con entrambe le compagini lontane sia dalla zona Europa, che dalla bagarre-salvezza, il Bordeaux si lascia sfuggire l'intera posto in gioco soltanto al 92', quando l'attaccante franco-senegalese M'Baye Niang, in prestito dal Torino, cancella il vantaggio casalingo firmato Kamano (59'). Esordio amaro in Ligue 1 per Paulo Sousa, i cui rimpianti vengono enfatizzati da un primo tempo dominato e terminato 0-0. Nella ripresa, però, il copione cambia, e la gioia per la rete del 22enne attaccante guineano è immediatamente cancellata dal pareggio-lampo di Hunou. Il Var interviene in difesa del Bordeaux, ma le certezze vacillano e i fantasmi del recente passato tornano a galla. Così, in pieno recupero, non c'è tecnologia che tenga e l'ex Milan punisce, forse in modo eccessivo, il Matmut-Atlantique.

 

Fonte: INSIDEROMA.COM - MATTEO LUCIANI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom