Bentornato Emerson Palmieri

condividi su facebook condividi su twitter 03-12-2017

| | Commenti →
Bentornato Emerson Palmieri

Voglio iniziare evidenziando le pagelle che interessano di più per ovvi  motivi.

Schick 6 – Due buoni colpi di testa fuori di poco, cerca spesso il pallone e i compagni lo cercano. Il gol è solo rinviato.

Ünder 6 – Buoni spunti, cerca con caparbietà il gol, e prova a giocare con i compagni. Il ragazzo va aspettato.

Strootman 7 – Primo gol da vera lavatrice. Corre corre corre, in un primo tempo sontuoso. Nel secondo passa centrale e controlla la partita. Non si ferma mai.

Detto questo, una buona Roma ha la meglio su una Spal che commette tanti errori.

Solito modulo per la Roma che parte con il classico 4-3-3 con Alisson in porta e confermando J.Jesus al centro della difesa. Al suo fianco Manolas, il capitano Florenzi a destra e kolarov a sinistra.

Centrocampo inedito con Gonalons Strootman e Pellegrini.

In avanti Dzeko El Shaarawy ed una chance per Under.

Si mette subito bene con Dzeko abilissimo ad andare via di testa a Felipe che lo atterra al limite dell’area. L’arbitro estrae il cartellino giallo ma dopo un controllo del Var rettifica il tutto mandando il difensore ferrarese negli spogliatoi dopo solo 11 minuti. La VAR esiste anche per noi !!!!

I giallorossi molto aggressivi nonostante un gonalons sotto tono, chiudono per tutto il primo tempo la Spal nella sua metà campo.

Il tecnico spallino abbassa i due esterni passando dal 5-3-2 iniziale ad un 4-3-2, tenendo le 2 punte in avanti per evitare di tirare i remi in barca già dopo appena 10 minuti.

Ma non basta, e trasforma nuovamente l’assetto tattico in un 4-4-1 sostituendo Bonazzoli con Mora. 

Ma non c’è partita lo stesso, con una roma a fine gara che raggiungerà in media più del 65% di possesso palla, concludendo verso la porta per ben 37 volte. 

Arriva il gol di Dzeko che fa un movimento da manuale del calcio alle spalle di Vicari, servito da un assist al bacio di un ottimo El Shaarawy che per tutto il primo tempo evidenzia una tecnica ed una classe cristallina, segnale di una forma fisica eccellente, e di Strootman servito sempre dallo stesso Faraone con un colpo di tacco che lo libera davanti a Gomis. L’olandese prova a buttare giù la porta, chiudendo la prima frazione di gioco.

Il secondo tempo continua sulla falsa riga del primo portando al terzo gol con Pellegrini che a fari spenti si proietta in area e di testa insacca un perfetto cross del solito kolarov. Al 65’ è il momento di Shick che fatica un po’ a trovare la posizione, sistemando la situazione qualche minuto dopo andandosi a posizionare più centrale vicino a Dzeko e lasciando la corsia di destra tutta a disposizione di Florenzi.

Il  mister a seguito dell’ammonizione rimediata da Gonalons inserisce Gerson spostando Strootman a gestire il palleggio dopo un primo tempo passato a recuperare nella sua consueta posizione, quantità industriali di palloni, e a suggerire la giocata in verticale ai suoi compagni. 

Il brasiliano conferma il suo ottimo momento dimostrando carattere e sicurezza.

Nel finale spazio al rientro di Emerson, che fa riposare e tirare il fiato a Kolarov, ma nello stesso tempo inizia a mettere in cascina minuti utili alla sua condizione che servirà da qui in avanti per dare un contributo alla squadra.

Nel mezzo il doppio rigore di Viviani che prova con il cucchiaio a sorprendere Alisson,  ma il nostro portierone verdeoro ci delizia con un colpo di reni che manda la palla sulla traversa, ma lo stesso Viviani è più lesto di tutti ed insacca la sfera sotto la traversa facendo infuriare Di Francesco che non vorrebbe mai prendere gol. Lo stesso Alisson che nel primo tempo aveva fatto gelare il sangue ai tifosi presenti all’olimpico, ancor di più di quanto non facesse il clima gelido della del pomeriggio romano, eseguendo un colpo di tacco da arresto cardiaco per servire Kolarov con un attaccante ferrarese in pressing. 

Tre punti recuperati alla capolista Napoli che perde terreno, sconfitto in casa da una Juve italianissima nell’atteggiamento ed in attesa della partita dell’Inter che rischia di proiettarsi al primo posto.

La Roma c’è !!!!!

A cura di Claudio Cappioli per il gruppo Facebook "Romanamente Stupendi"

Fonte: A cura di Claudio Cappioli

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom