Romaeconomy

Assemblea degli azionisti | Baldissoni: "Lo stadio sarà pronto ad agosto 2020, nessuna sanzione da parte dell'Uefa" - Gandini: "Aumento di capitale da 120 milioni, 90 da Pallotta"

condividi su facebook condividi su twitter 26-10-2017

| | Commenti →
Assemblea degli azionisti | Baldissoni:

Oggi pomeriggio a Trigoria si è svolta l'Assemblea degli Azionisti, che aveva come uno dei principali obbiettivi di decidere sull'aumento di capitale del club capitolino. A presiedere l'assemblea è stato nominato l’Amministratore Delegato del club giallorosso, Umberto Gandini; presente anche il Direttore Generale, Mauro Baldissoni.

Sotto uno stralcio DELL’ORDINE DEL GIORNO

PARTE STRAORDINARIA:

  1. Approvazione di un aumento di capitale sociale scindibile a pagamento per un ammontare massimo di Euro 120.000.000,00 (centoventimilioni/00); deliberazioni inerenti e conseguenti.

PARTE ORDINARIA:

  1. approvazione del progetto di bilancio al 30 giugno 2017; deliberazioni inerenti e conseguenti;
  2. relazione sulla remunerazione ai sensi dell’art. 123-ter del D. Lgs. 58 del 24 febbraio 1998 e successive modificazioni e integra- zioni;
  3. determinazione del numero dei componenti del Consiglio di Amministrazione della Società, determinazione della durata in carica del Consiglio di Amministrazione; nomina dei componenti del Consiglio di Amministrazione, determinazione del compenso annuale dei componenti del Consiglio di Amministrazione; deliberazioni inerenti e conseguenti;
  4. nomina dei componenti del Collegio Sindacale; determinazione del compenso dei membri del Collegio Sindacale; deliberazioni inerenti e conseguenti.

 

  • 18.30 – Approvato il quarto punto dell’ordine del giorno ordinario. ASSEMBLEA CHIUSA
  • 18.20 – Approvato il terzo punto dell’ordine del giorno ordinario.
  • 18.07 – Approvato il secondo ordine del giorno ordinario. Presenti 31 azionisti con diritto di voto.
  • 18.00 – Approvato il primo ordine del giorno ordinario.
  • 17.50 – Approvato il primo ordine del giorno straordinario
  • 17.45 – Si parte con la votazione degli ordini del giorno.

17.40 – Baldissoni“Io non scommetto. Per quanto riguarda Berardo la squalifica è di tutto il settore e non solo di un singolo. Per rispettare le norme giuridiche non si può far entrare il pubblico di un settore in un altro. Per lo stadio infine questa è un’assemblea della Roma e non di terze parti, vedi Parnasi. Non possiamo rispondere a domande che riguardano terze parti, poi la tempistica per noi è molto affidabile. Il Ponte è una questione giornalistica e lei non conosce gli studi del traffico. Non posso parlare di tematiche della conferenza dei servizi, perché qui siamo in un’assemblea dell’AS Roma”.

17.35 – L’azionista Staderini: “Ho alcuni chiarimenti per Rocco Berardo. Mi ha sorpreso che la Roma non voglia entrare nella causa. Non capisco perché si ignori questo diritto di cambio di settore, sono stizzito e per me si dovrebbe dare un ingresso omaggio in Coppa Italia. Inoltre sulla questione dello stadio non ho avuto delle risposte esaurienti. Lo stadio sarà di un’altra società e non della Roma? Il Ponte di Traiano per la Roma è insostituibile? La Roma ha avuto delle uscite ulteriori per i danni che si faranno per la costruzione dello stadio? Per me lo stadio non si farà entro il 2020, scommettiamo? Io ci punto mille euro e lei Baldissoni un euro”.

17.25 – Palma: “Non abbiamo mai pensato a nuove alternative economiche. Spero che con questo nuovo aumento di capitale supereremo la quota dei 200 milioni. Per quanto riguarda il leasing di Trigoria, in passato la Roma ha venduto il terreno di 20 milioni ad una banca. La Roma però ha pagato un cospicuo affitto, con cui avremmo potuto pagato il terreno, abbiamo speso circa 60 milioni. Ciò è discutibile. L’unica cosa che abbiamo ottenuto è un nuovo affitto del terreno. Sarebbe auspicabile che si trovi una nuova opzione”. Baldissoni“Lei è andato fuori tema, sta parlando di altre cose. Lei prima ha avuto la possibilità di parlare, ora stiamo fuori tempo”Palma: “Voi avete impedito il nostro sogno. Cerchiamo di far lievitare veramente i nostri ricavi, che sono condizionati sempre dalla Champions League. E’ sempre una lotteria”. Gandini“Le vostre considerazioni per noi amministratori sono degli stimoli. Ma i ricavi sono ovviamente legati ai costi dei nostri giocatori e delle loro prestazioni. Gli applausi però ci fanno piacere, perché Monchi e Di Francesco sono degli eccellenti valori aggiunti alla nostra causa”.

17.20 – Azionista Angeletti“Avevo fatto altre osservazioni. Noi investiamo molti più soldi rispetto a Lazio e Juve che sono quotate in borsa, ma i risultati non arrivano. Spesso mi sembra di sentire l’assioma che il salame fa venire sete e l’acqua che disseta”Baldissoni: “Faccio fatica a seguirla”. Angeletti: “Capisco che non venga Pallotta, ma avremmo voluto la presenza di Totti e l’avremmo accolto con un applauso”Gandini“Francesco non è un amministratore, ma glielo diremo”.

17.17 – L’azionista Marini ai dirigenti: “Chiedo solo quali sono gli investimenti similari?“. Gandini: “Ho parlato di relazioni economiche similari. Poi lei ha fatto riferimento ad una tabella con dati errati“. Marini“Peccato che i nostri competitor però hanno comunque sia dei dati economici molto migliori dei nostri. Loro si appoggiano a delle banche”Baldissoni: “Io non conosco questi dati di cui lei parla. Noi ci siamo affidati a degli esperti, ma se lei ha delle opinioni diverse mi dispiace”.

17.10 – Prende la parola Baldissoni:

“Rispondo subito alle questioni del bilancio. Notiamo con curiosità che l’azionista Marini abbia utilizzato dei dati non corretti. Il socio Angeletti ci chiedeva una giustificazione del salario pagato a Monchi: ciò è dovuto ad un bonus di pagamento d’ingresso, ecco il pagamento per l’intero anno 2016-17. La Roma però non ha pagato la sua clausola. Non ci sono sanzione nei nostri confronti da parte dell’Uefa: stiamo parlando, ma abbiamo un solo parametro fuori. Non ci saranno altre sanzioni. La Roma sta in una fase preliminare con la causa tra lei e la Kappa, siamo lontani dall’esito finale. L’aumento del merchandising non è dovuto dall’addio di Totti ma dall’apertura di un nuovo negozio societario. Inoltre la proprietà di Trigoria è di un’altra società ma sarà gestita dopo la scadenza del contratto (2020, ndr) da una società sorella con la massima cura. Il calcio è un business economico, la società vuole aumentare i propri ricavi, che sono cresciuti notevolmente. Anche se quest’anno sono diminuito per via della mancata partecipazione alla Champions League dello scorso anno.Siamo ottimisti e non pessimisti per il futuro, il nostro obiettivo è sempre quello di essere in positivo. Continueremo a lavorare per l’aumento dei ricavi. Per quanto riguarda invece a quello che ha detto Staderini per il caso Rocco Berardo. Lui è un tifoso che è stato squalificato in un settore e ha chiesto il cambio di posto. Temo che questa scelta porterà a nuove sanzione e non ci siamo esposti in questa causa. Se dovessero mai arrivare altre cause noi ci difenderemo per andare a vincere. Inoltre il nostro abbonamento è estremamente più economico rispetto ai nostri rivali. Per le singole partite facciamo tante promozioni studiate ad hoc per accedere allo stadio a prezzi preferenziali. Ricordo che c’è anche il settore famiglia. Per lo stadio della Roma ricordo che è scorretto che non sono stati utilizzati 17 milioni e non saranno mai usati alcun finanziamento. Per i costi guardare ancora una volta il nostro bilancio. Per la mobilità sono stati fatti degli studi di competenza di autorità pubbliche e riteniamo che i nostri studi sono più che esaurienti. Speriamo di poter avere la prima partita nel nuovo stadio nell’agosto del 2020. I nostri studiosi ci danno questa data e credo che sia molto credibile. Credo di aver risposto a tutte le domande”. 

17.00 – Parla l’ad Gandini:

 “Molte osservazioni sono state piacevoli, vedi la scelta del mister. Abbiamo condensato le risposte alle domande sul bilancio. Nella nostra relazione ci sono tutte le risposte che cercate. Apro rispondendo alla parte relativa del main sponsor. Ovviamente non posso dare notizie, ma posso dire che da parte della società c’è la ricerca continua del tema. Riceviamo continuamente proposte per la sponsorizzazione. Abbiamo dei tavoli aperti, e lavoriamo a pieno regime su questo tema. C’è ovviamente un turnover dei dirigenti e ora speriamo di arrivare a nostri obiettivi prefissati”.

16.50 – L’Assemblea riapre. Sono 41 gli azionisti presenti in sala, in totale l’82% del capitale societario.

16.05 – I dirigenti della Roma si prendono una pausa per rispondere alle questioni esposte dagli azionisti.

16.00 – Prende la parola l’azionista Mario Staderini:

Inizio con dei complimenti alla società per la scelta dell’allenatore, i suoi frutti si stanno iniziando a vedere. Vorrei avere delle delucidazioni per la causa con il tifoso Rocco Berardo per la sua squalifica. Sempre sulla questione dei biglietti per me sono veramente troppo alti i loro prezzi, lo stadio è sempre semivuoto. Vorrei avere delle delucidazioni inoltre sullo stadio, in particolare per i dettagli economici. La Roma quanto ha speso finora? Baldissoni aveva detto recentemente che lo stadio sarebbe pronto per il 2020-21. Nel mese di dicembre scadrà la prelazione d’acquisto di Parnasi sul terreno? Qual è la situazione del terreno, perché non si capisce niente. Infine il Ponte di Traiano è indispensabile? Se lo ritiene allora quale saranno i nuovi finanziamenti per la Roma-Lido? Com’è possibile che la nostra società dopo 4 anni non ha chiesto delle info per i trasporti? Alla fine della fiera sono convinto che la Roma dovrà pagare delle cose aggiuntive per far realizzare il proprio stadio”. 

15.50 – Prende la parola l’azionista Fabio Palma:

“Finalmente arriva l’aumento del bilancio. La società americana si è adattata perfettamente ai pessimi modi di fare dell’Italia. Noi non siamo il Real e non abbiamo grandi bilanci e non arriviamo a 200 milioni di bilancio. Dovremmo trovare giocatori nel mondo come ha fatto il Napoli, che è stato costruito con pochi soldi. Vedi Hamsik , Cavani, Lavezzi che non erano giocatori “da Roma”. Noi spendiamo 30-40 milioni per giocatori che neanche stanno bene di salute. E’ difficile fare il salto di qualità se si comprano questo tipo di giocatori. Ci vorrebbe lo sponsor, che continua a mancare. Come mai? La sponsorizzazione della Nike è da una squadretta di metà classifica. le grandi squadre hanno contratti che vanno dai 27 agli 80 milioni. Non pretendo tanto, ma la Nike ci considera una squadra normale, anche se noi siamo arrivati due volte secondi e una volta terzi. Non sarà tanto, ma spero che si migliorerà. La preparazione atletica anche lascia molto a desiderare, qui a Trigoria la casualità è diventata una certezza. Forse non abbiamo questi grandi preparatori atletici, che guardano più alla forza che alla resistenza. Karsdorp ce lo siamo giocato per questa stagione. Il prossimo anno come lo troveremo? Facciamo più attenzione. Possiamo fare qualcosina di meglio. Fate vedere la buona volontà”. 

15.40 – A parlare è l’azionista Franco Angeletti:

“Per l’ennesima volta il Presidente della società non si è presentato a questa assemblea, noi non lo conosciamo. Il bilancio di questa società si chiude ancora una volta in rosso. Siamo sempre in perdita, come mai? I ricavi sono diminuiti drasticamente. Quali sono stati inoltre le motivazioni dell’ingaggio di Monchi per la stagione 2016-17? Perché manca ancora il main sponsor? Inoltre abbiamo preso anche una multa dell’Uefa pari a 4 milioni. Non capisco perché la Roma vende sempre giocatori, questa è una certezza. Questa tifoseria non lo dovrebbe meritare. La società è sempre costretta a vendere per i problemi finanziari. Infine manca il rapporto tra società e noi azionisti. Questa società ha fatto una campagna acquisti di cui due atleti non hanno mai giocato, uno ha giocato ieri ma si è già rotto. Esigiamo spiegazioni, forza magica!“. 

15.41 – Prende parola l’azionista Gianfranco Lombardi: “Baldissoni aveva parlato di modello Lione e modello Arsenal: questo non risponde alla realtà”Baldissoni“Mi riferivo al modo in cui è stato costruito lo stadio”. 

15.30 – Inizia la trattazione della parte straordinaria dell’ordine del giorno. Prende la parola l’ad Gandini:

L’aumento del capitale dovrà eseguirsi entro e non oltre il 31 dicembre del 2018. Le modalità di pagamento potranno essere emesse in più parti per raggiungere la quota totale di 120 milioni di euro. Qualora verrà confermato questo aumento di capitale esso sarà messo sotto il controllo di una analisi economica. L’ammontare complessivo del massimo azionista della società sarà di 90 milioni di euro”.

15.09 – L’Assemblea degli Azionisti dell’AS Roma ha inizio. Presenti l’ad Umberto Gandini ed il dg Mauro Baldissoni.

 

Fonte: testo a cura di PagineRomaniste (E.Bandini)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

INSIDEROMA è una testata giornalistica on line di carattere sportivo/informativo/quotidiano con Autorizzazione del Tribunale di TIVOLI n. 182/13 del 05/02/2013
Insideroma.com - ©copyright 2016 | P.I. 1077625100 | Informativa sui Cookie | powered by Damicom S.r.l.
chiudi popup Damicom