Salute Ona Notiziario

L'ONA lancia l'Osservatorio Vittime Del Dovere per tutelare i militari a rischio

condividi su facebook condividi su twitter 30-07-2020

| | Commenti →
L'ONA lancia l'Osservatorio Vittime Del Dovere per tutelare i militari a rischio

Una nuova unità pronta a tutelare tutti i militari che hanno contratto patologie per causa di servizio.

In Italia purtroppo le forze armate vengono esposti a parecchi rischi soprattutto nel corso delle missioni estere.

La drammatica situazione coinvolge coloro che operano nel comparto sicurezza nelle unità navali e nella Difesa Militare.

Questa condizione è rappresentata dal rischio annesso alla contaminazione con nanoparticelle di metalli pesanti a cui tanti militari sono stati esposti per utilizzo di proiettili all’uranio impoverito.

Alla luce di questa emergenza nasce a Latina, dall’Osservatorio Nazionale Amianto una nuova unità operativa, ovvero l’associazione di promozione sociale apartitica e senza fini di lucro “Osservatorio Vittime del Dovere”, con struttura democratica ed elettività delle cariche sociali.

Tra le sue finalità la tutela della salute, in particolare del personale Civile e Militare delle Forze Armate e del Comparto Sicurezza.

I rischi che corrono i militare delle Forze Armate

 

Nel nostro Paese l’amianto ha inciso pesantemente per i militari della Marina perché ha provocato, fino al 2015, non meno di 570 mesoteliomi che costituiscono solo la punta dell’iceberg, per questo motivo sono in corso numerosi giudizi in sede previdenziale, civile e penale, come i due procedimenti di Marina Bis presso la Corte di Appello di Venezia.

 

Tra gli autorevoli membri del direttivo dell’associazione, presieduta dall’Avv. Ezio Bonanni, anche il Dott. Arturo Cianciosi, medico legale, e uno dei massimi esperti nazionali sulle malattie asbesto correlate e nell'assistenza delle vittime del mesotelioma, e Nicola Panei, ex luogotenente dell'Aeronautica militare riconosciuto vittima del dovere e già sostenitore delle attività promosse dall'Osservatorio, che ha scelto di aderire attivamente per offrire il suo impegno nella difesa dei diritti delle vittime del dovere.

 

Tra i principali volti della nuova iniziativa ONA, vi sono anche due militari le cui storie sono state al centro di una importante attenzione mediatica, Lorenzo Motta che, arruolato giovanissimo con all’attivo diverse missioni estere, all’età di 24 anni è stato colpito da linfoma di Hodgkin, il cui caso è stato oggetto di una recente interrogazione parlamentare a firma dei Sen. Stefania Pucciarelli e Stefano Candiani, e Antonio Dal Cin, ex appuntato della GdF dichiarato vittima del dovere per asbestosi pleurica da esposizione ad amianto, ma risarcito solo simbolicamente, per cui ci sono tutt’ora in corso diversi procedimenti.

 

L’ Osservatorio Vittime del Dovere è attualmente operativo attraverso i principali canali di comunicazione ONA, tra questi troviamo anche il numero verde 800034294 e lo sportello telematico al link.

 

 

Fonte: Ufficio Stampa ONA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom