La Squadra

Roma-Pescara 1-1: Destro illude ma è solo pareggio

condividi su facebook condividi su twitter Di: Francesca Ceci 21-04-2013 - Ore 16:56

|
Roma-Pescara 1-1: Destro illude ma è solo pareggio

Dopo essersi guadagnata la finale di Coppa Italia contro la Lazio, la Roma torna in campo nel 33° turno di Serie A per la corsa ad un posto in Europa League con un impegno sulla carta agevole contro il Pescara, fanalino di coda del campionato.

Andreazzoli perde per squalifica Burdisso e Balzaretti ma recupera Marquinhos e De Rossi. 

A centrocampo c’è  Pjanic che ha recuperato dall’infortunio alla caviglia mentre Florenzi è preferito a Bradley. Davanti Totti con Osvaldo che ha vinto il ballottaggio con Destro  in panchina dopo la doppietta in coppa per non affaticare il ginocchio.

La Roma parte male, il Pescara è subito pericoloso al 3' con una conclusione di Sforzini che calcia poco sopra la traversa

All'8' brivido per Pelizzoli su conclusione di Totti che finisce di poco a lato.

Al 14' avanti gli abruzzesi grazie al gol dell'ex Caprari che insacca Stekelenburg e non esulta. 

Dopo un avvio lento, la Roma prende il ritmo e ci prova prima con Florenzi, poi con Lamela e De Rossi. 

Finisce il primo tempo con il risultato che premia gli uomini di Bucchi.

Nel secondo tempo fuori Florenzi, dentro Destro. Andreazzoli suona la carica e la Roma parte subito forte. Pescara sotto pressione con i giallorossi che sfiorano il pareggio in più di una occasione che arriva al 5' con Destro.  Dopo la doppietta all'Inter, ancora a segno Mattia che sigla il suo quinto gol con la maglia giallorossa.

Curiosità: nel Pescara entra Federico di Francesco, figlio di Eusebio, classe '94. Chissà che emozione per il papà Francesco che sta portando il Sassuolo in serie A vederlo entrare nello stadio dove vinse lo scudetto nel 2001. 

Nella Roma fuori Pjanic, dentro Bradley

Al 66' Roma vicinissima al vantaggio con De Rossi ma Pelizzoli nega la gioia del primo gol in campionato al centrocampista giallorosso.

Al 73' disimpegno sbagliato di Castan con Sforzini che cerca il gol del vantaggio senza fortuna. 

A dieci minuti dalla fine esce Piris, dentro Lopez con Andreazzoli che inaugura un nuovo modulo "Tutti all'attacco"

All'85' Pescara vicinissimo al raddoppio con Di Francesco che ci prova con un pallonetto ma Stekelenburg gli nega il primo gol in Serie A.  

Ricapitolando: Primo tempo fiacco dei giallorossi che regalano agli abruzzesi 45 minuti, nel secondo tempo gli uomini di Andreazzoli ci provano con più convinzione, ma non basta e  Bucchi strappa il primo pareggio della sua gestione.

Dopo la gioia di San Siro, ennesimo passo falso con un deludente pareggio casalingo (giusto per non abituarsi troppo all'aria di festa), in linea con il leit motiv della stagione.  Con la Roma, come sempre, in vena di miracoli che stavolta fa resuscitare il "Lazzaro biancazzurro". Altro che Europa, di questo passo posto assicurato in Paradiso. 

2 punti persi per la corsa all' Europa e la Roma che spreca un'altra occasione d'oro. L'ennesima.

 

 

 

 

 

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom